SPORTԑ TOP NEWS

Atletica: Filippo Tortu è il settimo uomo più veloce al mondo

DOHA. Filippo Tortu si è piazzato al settimo posto nella finale dei 100 metri dei Mondiali di Doha, in Qatar. L’azzurro chiude con il tempo di 10”07 la sua giornata indimenticabile, che lo ha condotto a disputare la finale, primo italiano 32 anni dopo Pierfrancesco Pavoni. Il titolo iridato è andato all’americano Christian Coleman, che si è imposto con il tempo di 9’76”, primato personale e miglior prestazione dell’anno. Argento all’altro statunitense Justin Gatlin, 37 anni, in 9”89: due anni fa le gerarchie erano il contrario. Medaglia di bronzo al canadese André De Grasse in 9”90.

Tortu, primatista italiano con 9”99, era approdato alla finale degli uomini jet giungendo terzo nella sua semifinale con il crono di 10”12. Per il 21enne velocista delle Fiamme Gialle un traguardo importantissimo, che lo proietta nell’élite dello sprint mondiali.

“E’ stata un’emozione unica – ha commentato al traguardo -, spero possa ricapitarmi più volte. Ho corso sciolto e ho fatto una buona parte finale. Ero partito 17esimo nelle liste di quest’anno, ieri non è stata la mia migliore gara e oggi ho fatto la finale, ottenendo pure lo stagionale. Sono arrivato in forma nel momento clou della stagione, forse senza l’infortunio sarei potuto andare più forte però sono contento di aver rappresentato l’Italia in mezzo a tutti questi americani. Ho cercato di dare il massimo, non è stata una stagione facile ma si è conclusa nel migliore dei modi: oggi ho capito che era questo il momento, il giorno e il minuto che contavano”

Piero Abrate

Giornalista professionista dal 1990, in passato ha lavorato per quasi 20 anni nelle redazioni di Stampa Sera e La Stampa, dirigendo successivamente un mensile nazionale di auto e il quotidiano locale Torino Sera. È stato docente di giornalismo all’Università popolare di Torino.

Articoli Correlati