SPORTԑ TOP NEWS

Berrettni, sfuma il sogno americano: battuto in 3 set da Nadal

NEW YORK. Sfuma in semifinale il sogno di Matteo Berrettini di essere il primo italiano a giocare una finale degli Us Open di tennis. Il tennista romano è stato sconfitto in tre set da Rafael Nadal con il punteggio di 7-6, 6-4, 6-1. Per lo spagnolo si tratta della ventisettesima finale in uno Slam, la quinta a New York, dove andrà a caccia del quarto titolo dopo quelli del 2010, 2013 e 2017.

E’ un vero peccato per l’azzurro, che da lunedì salirà fino al n° 13 del ranking, capace di trascinare il fenomeno maiorchino al tie-break del primo set combattutissimo, in cui non ha sfruttato due set point. Rafa è riuscito a breakkare il romano solo alla decima occasione (7° gioco del secondo set), dando così il via a un finale di match molto più tranquillo, che lo ha visto dominare il terzo parziale. Il ventitreenne tennista romano ha comunque dimostrato grande personalità, pagando a caro prezzo i 44 errori non forzati, di cui 31 con il rovescio, colpo cercato sistematicamente dal rivale.

Non sono bastati a Berrettini i 9 ace e il 68% di prime in campo, visti gli appena 13 punti persi al servizio da un Nadal praticamente perfetto che a fine gara ha commentato: “Non volevo arrivare al tie-break con uno come Matteo. Nel primo set sono stato fortunato e bravo a non uscire dalla partita. Devo fare i complimenti a Berrettini: è già un grande giocatore, ma è giovane  e ha un futuro grandioso davanti a sé. Sono convinto che tra qualche anno sarà tra i primi giocatori del mondo”.

Nadal in finale affronterà domani (domenica) Daniil Medvedev.

Piero Abrate

Giornalista professionista dal 1990, in passato ha lavorato per quasi 20 anni nelle redazioni di Stampa Sera e La Stampa, dirigendo successivamente un mensile nazionale di auto e il quotidiano locale Torino Sera. È stato docente di giornalismo all’Università popolare di Torino.

Articoli Correlati