CRONACHEԑ TOP NEWS

L’ira di Putin per il manager russo fermato a Napoli

MOSCA. Potrebbe rischiare un caso diplomatico l’arresto di un alto dirigente della Odk, una società statale russa che produce motori, fermato a Napoli su richiesta degli Usa, che lo accusano di “spionaggio economico”. Aleksandr Korshunov, 57 anni, secondo il quotidiano Vedomosti è accusato di essersi appropriato illegalmente di documenti della General Electric e di informazioni protette da proprietà intellettuale in modo da utilizzarli per il programma russo Pd-14 per lo sviluppo di un motore per i nuovi aerei civili Ms-21.

“In questa situazione abbiamo chiaramente dei tentativi di concorrenza sleale. Questo non rende migliori le relazioni tra noi e gli Stati Uniti”, ha tuonato il presidente russo commentando l’arresto durante il forum economico orientale di Vladivostok.

Articoli Correlati