PERSONAGGIԑ TOP NEWS

Lo storico Sokolov fa a pezzi la giovane compagna e la getta nel fiume, poi confessa

SAN PIETROBURGO. Il noto storico russo, Oleg Sokolov, docente all’Università di San Pietroburgo ed esperto di Napoleone, ha confessato oggi l’omicidio della sua compagna ed ex studentessa, la 24enne Anastassia Echtchenko. Lo riferiscono i media russi.

Il professore, che per i suoi studi in passato è stato insignito in Francia della Legion d’Onore, è stato arrestato ieri dopo essere stato ripescato dai soccorritori nel fiume Moika, a San Pietroburgo, con uno zaino che conteneva le braccia della donna. L’uomo sarebbe stato ubriaco e nello zaino gli agenti avrebbero anche trovato una pistola. I media russi ritengono che lo studioso volesse prima disfarsi del corpo della donna assassinata, poi suicidarsi pubblicamente, vestito da Napoleone. La polizia ha poi trovato il resto del corpo della vittima nell’appartamento dell’uomo.

Le ricerche nel fiume Moika a San Pietroburgo

Lo storico, 63 anni, è stato poi ricoverato in ospedale per ipotermia, ma oggi è stato trasferito in un commissariato di polizia per l’interrogatorio. “Ha ammesso di essere colpevole”, ha dichiarato il suo avvocato Alexandre Potchouev, aggiungendo che il 63enne sarebbe pentito e pronto a collaborare con la polizia. Lunedì comparirà davanti ai giudici, che decideranno sulla sua detenzione.

Articoli Correlati