CRONACHEԑ TOP NEWS

Maltempo, ancora disastri in Liguria: fiumi esondati, onde alte 7 metri

GENOVA. Oggi il maltempo ha colpito in particolare la Liguria dove si sono verificate frane, alberi crollati e torrenti esondati. L’ondata di maltempo, nelle ultime ore, si è abbattuta nell’estremo ponente della Liguria, con particolare intensità nella zona di Sanremo. L’autostrada A6 Torino-Savona rimane chiusa in via precauzionale nel tratto tra Savona e Altare, dove è crollato parte del viadotto della Madonna del Monte; non riaprirà al termine dell’allerta rossa ma solo dopo i controlli di sicurezza. Si è verificato un deciso aumento del moto ondoso nel Mar Ligure: la boa di Ventimiglia ha registrato 4 metri di onda significativa e circa 7 metri di onda massima. Continuano a soffiare venti meridionali di burrasca forte con raffiche che superano i 120 chilometri all’ora.

Sull’Aurelia, all’altezza del bivio per via Duca D’Aosta, dove la famosa salita del Poggio della Milano-Sanremo, è crollato un albero sulla strada. Una frana, invece, è scesa in frazione Borello, sotto San Romolo mentre il torrente Armea è esondato tra Biesse Laterizi e il ponte di ferro. In quel punto, la polizia locale ha chiuso la strada. Vigili del fuoco, protezione civile e forse dell’ordine sono al lavoro per sopralluoghi e interventi di sicurezza nel territorio. Nel ponente ligure e nel Centro della regione l’allerta resterà rossa fino alle 21 e arancione dalle 21 alle 24. Nel Levante regionale allerta rosso fino alle 24 e arancione fino alle 8 di domattina.

La perturbazione di origine atlantica che oggi ha interessato il nord ovest farà sentire i suoi effetti nelle prossime ore portando piogge e venti forti anche sul resto del paese e in particolare sui settori tirrenici centro meridionali.

Sulla base delle previsioni disponibili il Dipartimento della Protezione civile ha emesso una nuova allerta meteo che estende quella diffusa ieri: a partire dalla serata di oggi sono previste precipitazioni diffuse, localmente anche molto intense e accompagnati da fulmini e forti raffiche di vento su Umbria e Lazio e, in estensione dalle prime ore di domani, ad Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata e Calabria. Attesi inoltre venti di burrasca con raffiche fino a tempesta su Campania, Basilicata e Puglia. Il Dipartimento ha anche valutato per domani una allerta arancione per rischio idrogeologico su Campania e su settori di Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Liguria, Toscana, Lazio, Umbria, Molise, Basilicata e Sardegna.

Articoli Correlati