CRONACHE

“A colpi di decreti si uccidono bar e ristoranti, perdite irrecuperabili”

ROMA. “L’ultimo Dpcm del governo pesa sui pubblici esercizi, bar e ristoranti, 300 milioni al mese, 10 milioni al giorno che andrebbero ad aggiungersi ai 24 miliardi di perdite già stimate per il 2020”.

A fare in conti , il presidente della Fipe Confcommercio, Lino Stoppani, che lancia l’allarme rischio chiusura per 50mila imprese sulle circa 300mila del settore ed il pericolo di infiltrazioni malavitose. “Senza calcolare – sottolinea Stoppani – che i pubblici esercizi sono la rete distribuiva della società, i luoghi in cui si consolida la tenuta sociale di un paese, un fattore che non si può contabilizzare ma che ha una grandissima importanza”. 

Articoli Correlati