CRONACHEԑ LAZIOԑ TOP NEWS

Accoltella vigilante, poi gli sottrae l’arma e si spara alla testa

ROMA. Ha accoltellato una guardia giurata davanti ai passeggeri della metro B alla stazione Tiburtina della capitale, gli ha sottratto l’arma di ordinanza e si è ucciso con un colpo di pistola. L’episodio è accaduto nel pomeriggio di oggi intorno alle ore 17.20, alla fermata della metropolitana, esattamente lungo il tunnel lato via Lorenzo il Magnifico. Il vigilante 58 anni, dipendente della società Urbe, è impiegato in servizi per le Ferrovie dello Stato. Ora ricoverato in ospedale in gravi condizioni.

Non si conosce l’identità del responsabile, essendo ancora in corso le operazioni di identificazione, ma secondo le primissime informazioni apprese si tratterebbe di un uomo nordafricano. Non è chiaro il motivo del gesto: dopo aver accoltellato e disarmato la guardia giurata, si è puntato l’arma appena sottratta alla testa e ha aperto il fuoco contro se stesso, morendo sul colpo.

Piero Abrate

Giornalista professionista dal 1990, in passato ha lavorato per quasi 20 anni nelle redazioni di Stampa Sera e La Stampa, dirigendo successivamente un mensile nazionale di auto e il quotidiano locale Torino Sera. È stato docente di giornalismo all’Università popolare di Torino.

Articoli Correlati