CRONACHEԑ VENETO

Ambientalisti occupano il red carpet della Mostra d’Arte cinematografica

VENEZIA. Attivisti del ‘Comitato No Grandi Navi’ stanno occupando il red carpet della Mostra internazionale d’Arte Cinematografica in corso al Lido di Venezia. Al momento, secondo gli organizzatori, i partecipanti alla protesta sarebbero circa 400. “Venite, unitevi a noi sul tappeto rosso – si legge in un post su Facebook – chiediamo che venga dichiarata l’emergenza climatica, che il mondo smetta di girare le spalle di fronte alla catastrofe climatica che incombe!”. Il sit-in avviene nei pressi del Palazzo del cinema dove stasera si svolgerà la cerimonia di premiazione della 76/ma Mostra del cinema. Gli ambientalisti, di varie associazioni in difesa della Terra, hanno occupato il red carpet almeno per queste prime ore del mattino. Alle 14 è atteso al Lido, nel cast del film di chiusura, il leader dei Rolling Stones Mick Jagger. I manifestanti, quasi tutti con tute bianche di carta, hanno portato sul tappeto rosso striscioni e manifesti con cui hanno coperto i loghi della Mostra, oltre a numerose bandiere con la scritta “No Grandi navi”. Gli slogan usati dai manifestanti sono quasi tutti di natura ambientalista e sono anche in inglese.  I primi 300 attivisti sono partiti prima dell’alba dal Camp e alle 5, era ancora buio, hanno occupato il red carpet. Hanno indossato le tute bianche, attaccato cartelli e striscioni. Due ore dopo, alle 7, sono arrivati altri 200 ragazzi. L’occupazione ha l’obiettivo di sensibilizzare sul clima, vogliono che la Mostra del cinema prenda posizione

«Chiederemo agli artisti e alle artiste che  sfileranno qui al Lido di unirsi a noi, di attraversare il red carpet unendo le proprie voci alle nostre» conclude la nota dei No Global.

Articoli Correlati