CRONACHEԑ LOMBARDIA

Australiano muore mentre pratica il canyoning sul Barres

COMO. Tragedia in una giornata che doveva essere di sport e divertimento sullo splendido torrente di Barres. Un australiano di 60 anni è morto annegato giovedì nella forra, una gola in cui si pratica il canyoning, del torrente Bares, sopra Gravedona ed Uniti, nel Comasco. Lo riferisce il Sasl (Soccorso alpino e speleologico lombardo). L’uomo era con un’amica che ha rinunciato a proseguire ed è rimasta fuori.

La donna ha poi visto lo zaino portato dall’acqua e ha dato l’allarme a un gruppo di turisti tedeschi che hanno chiamato il 118. La centrale ha inviato l’elicottero che, dopo un sorvolo, ha portato sul posto due tecnici di forra e due tecnici alpini. I soccorritori sono arrivati dove erano ancorate le corde; il corpo dell’uomo era sott’acqua, nel primo tratto del torrente. L’intervento è finito in tarda serata e ha visto impegnati in totale venti tecnici del Soccorso Alpino. La zona del torrente Bares si trova a due ore e mezza di cammino dal parcheggio più vicino e richiede competenze alpinistiche e di canyoning essendo un tratto molto complesso. Viste le ultime precipitazioni, la portata d’acqua è notevole.

Loading...

Articoli Correlati