CRONACHESCIENZE

Avviata la prima prevendita di biglietti per astronauti “privati”

Mentre in Italia abbiamo seri problemi con i mezzi pubblici c’è chi è decisamente “avanti” anzi sopra le stelle… Avviata infatti la prima ‘prevendita’ di biglietti per gli astronauti in missione per conto di aziende private. La Bigelow Space Operations ha annunciato che pagherà 52 milioni di dollari a posto per inviare suoi astronauti sulla Stazione Spaziale a bordo della Crew Dragon, la navetta della SpaceX destinata a restituire agli Stati Uniti la capacità di portare uomini nello spazio. L’annuncio è stato dato dal fondatore della compagnia, Robert Bigelow, dopo che la Nasa ha rivelato che si prepara ad aprire la Stazione Spaziale alle aziende private, per sperimentare, produrre e svolgere le attività che necessitano delle condizioni di microgravità. Bigelow ha detto che la sua azienda ha già prenotato quattro missioni con la SpaceX: “Ognuna trasporterà fino a quattro persone che resteranno da uno a forse due mesi sulla Stazione Spaziale”.

Nell’ambito della nuova politica, la stazione spaziale “potrebbe ospitare circa dodici astronauti privati all’anno”, ha detto Robyn Gatens, vice direttore del programma della stazione spaziale della NASA. “Quando succederà tutto questo? Una volta che il razzo della SpaceX e la capsula saranno certificati dalla Nasa per far volare le persone”, ha osservato Bigelow. La Nasa si aspetta che almeno una delle due capsule commerciali sia pronta entro fine anno, per poi iniziare regolari missioni di rotazione degli equipaggi nel 2020. La capsula Crew Dragon ha completato il suo primo volo di prova senza pilota a marzo ma un incidente, avvenuto in aprile, durante il quale la capsula è stata avvolta dalle fiamme mentre era in corso un test a terra, ha rallentato il programma. Di conseguenza, un ulteriore test senza pilota inizialmente previsto nel giugno 2019, adesso, secondo il sito NASASpaceFlight, è previsto a fine luglio. Entro fine anno invece è previsto il volo di prova con a bordo con gli astronauti della Nasa Bob Behnken e Doug Hurley. Nel frattempo, anche Boeing sta preparando la sua capsula Starliner al suo primo volo di prova senza pilota previsto a metà agosto. Se quella missione andrà bene, Boeing potrebbe lanciare il primo volo di prova con gli astronauti in novembre.

Loading...

Articoli Correlati