CRONACHEԑ LOMBARDIA

Bombe d’acqua e grandine hanno messo in ginocchio Torino e Milano

MILANO. Le bombe di pioggia e grandine hanno letteralmente messo in ginocchio il nord Italia. Ieri Torino e oggi un violento nubifragio si è abbattuto, intorno alle 9, su Milano e sull’hinterland. A tratti, oltre alla pioggia battente, ha anche grandinato. Alle porte della città, un’autovettura è rimasta intrappolata in un sottopasso e la conducente si è salvata scappando fuori prima di finire sommersa. E sempre a Milano è esondato il fiume Seveso. A darne notizia è il Comune che già da ieri pomeriggio, in attesa dei previsti temporali che stamani si sono abbattuti sulla città, stava monitorando la situazione, e che precisa come l’attenzione resti alta “per la possibilità di una seconda ondata di piena” dovuta alla pioggia che ancora scende a nord della città.

“Questa mattina, intorno alle 9.55 – fa sapere il Comune in una nota -, si è verificata una piccola esondazione del Seveso, rientrata alle 10.15”. Al momento è chiusa la viabilità tra viale Fulvio Testi, viale Sarca e viale Suzzani, mentre MM servizi idrici, Protezione civile, Polizia Locale e Amsa sono al lavoro per riaprire le strade al traffico “nel minor tempo possibile”. Allarme sull’autostrada A5 Torino-Aosta per una frana in località Chiappetti a Quincinetto. I sensori installati per monitorare il movimento franoso hanno segnalato un pericoloso scivolamento a valle tanto da costringere Ativa, che gestisce quel tratto della A5, a chiudere l’autostrada in entrambe le direzioni. Sono stati chiusi 18 chilometri di A5 in entrambe le direzioni tra i caselli di Ivrea e Pont-Saint-Martin. Previsti disagi sulla viabilità locale di Ivrea e comuni limitrofi.

Loading...

Articoli Correlati