CRONACHEԑ LAZIO

Castellucci si dimette da Atlantia, risoluzione principesca

ROMA. Poche righe, ma cariche si significato hanno chiuso l’esperienza di Giovanni Castellucci come amministratore delegato Atlantia e uomo numero uno di fiducia della famiglia Benetton. Capro espiatorio? Restyling aziendale dopo il brutto momento e le pesanti accuse? Vedremo. Questa è la parte principale del documento.

In data odierna l’ing. Castellucci, dopo aver riferito al consiglio delle iniziative intraprese dopo il Consiglio di Amministrazione di venerdì 13 Settembre 2019, ha comunicato la sua intenzione di dimettersi da Amministratore Delegato e Direttore Generale di Atlantia. Le dimissioni sono state accolte dal Consiglio di Amministrazione, definendo una risoluzione consensuale con lo stesso. La Società ringrazia l’ing. Castellucci per il decisivo contributo dato nei 18 anni ai vertici  del Gruppo per trasformarlo in un leader globale nel settore delle infrastrutture, sviluppandone il valore in maniera significativa.
L’ing. Castellucci ringrazia la Società per avergli dato l’opportunità, in tutti questi anni, di sviluppare un progetto industriale estremamente stimolante e ambizioso e a cui resterà sempre legato. E ringrazia soprattutto le migliaia di lavoratori e lavoratrici che di questo progetto sono stati i veri protagonisti.
Fino alla nomina di un nuovo Amministratore Delegato, il Consiglio ha deliberato di trasferire in via temporanea le deleghe esecutive ad un Comitato composto dai seguenti Consiglieri Fabio Cerchiai, Carlo Bertazzo, Anna Chiara Invernizzi, Gioia Ghezzi e Carlo Malacarne ed ha provveduto a nominare il Dott. Giancarlo Guenzi, già Chief Financial Officer, quale Direttore Generale della Società.

Giovanni Castellucci si dimette da amministratore delegato e direttore generale di Atlantia. Dopo aver riferito al consiglio delle iniziative intraprese dopo il cda di venerdì 13 settembre ha comunicato la sua intenzione di lasciare. Lo si legge nella nota diffusa al termine del cda, che ha accolto le sue dimissioni definendo con lui un risoluzione consensuale. L’accordo di risoluzione consensuale prevede la corresponsione di un importo a titolo di incentivo all’esodo pari alla somma complessiva lorda di 13.095.675 euro oltre alle competenze di fine rapporto. Fino alla nomina di un nuovo amministratore delegato di Atlantia, il consiglio di amministrazione ha deliberato di trasferire in via temporanea le deleghe esecutive ad un comitato composto da cinque consiglieri, si legge nella nota diffusa al termine del consiglio di amministrazione, in cui si precisa che il board ha nominato Giancarlo Guenzi, quale direttore generale della societa’. “È una settimana che siamo sotto choc per quello che appare dai comunicati della giustizia. Speriamo che si chiarisca. Sicuramente ci sarà qualche cambiamento. Questo lo aspettiamo dal cda di oggi”: così Luciano Benetton risponde alla domanda se senta la responsabilità morale per i 43 morti del ponte Morandi.

Loading...

Articoli Correlati