CRONACHEԑ PIEMONTE

Chiesti 10 anni per i maghrebini autori dei fatti di piazza San Carlo

TORINO. Quella sera “Budino” e i suoi scagnozzi pensavano di fare un ottimo bottino fra i tifosi della Juve accalcati in piazza San Carlo per seguire la finale di Champions. Erano attrezzati di spray urticante, tanta spavalderia e la certezza di farla franca. Unico pensiero era come avrebbero potuto andare a divertirsi e spendere il bottino raccolto. Ma non andò così…

Sappiamo lo strascico di morte e i tanti feriti provati dalla geniale banda di delinquenti. Il pg di Torino Elena Daloiso ha chiesto la conferma della condanna di primo grado a 10 anni per tre dei quattro componenti della ‘banda dello spray’, un gruppo di giovani di origine maghrebina che ha messo a segno furti e rapine confondendo le vittime con spray urticante in piazza San Carlo la sera del 3 giugno 2017, in occasione della proiezione della finale di Champions League. Quella sera la folla in preda al panico provocò oltre 1.500 feriti, due dei quali morirono poi per le conseguenze.
    “Ci sono persone che dopo questa tragedia non avranno più il coraggio di entrare in un cinema, andare a un concerto”, ha sostenuto il procuratore davanti ai giudici della Corte d’Assise. La posizione del quarto imputato, Hamza Belghazi, è stata per il momento separata perché il giovane è risultato positivo al Covid-19 e non ha potuto partecipare all’udienza.

Articoli Correlati