CRONACHEԑ LAZIO

Confcommercio: attenti all’aumento Iva, Salvini “Non si tocca”

ROMA. Iva, spauracchio agitato o reale rischio all’orizzonte? Sembra un male di questi ultimi mesi eppure di balletti e balzi all’ Iva ne abbiamo visti fare molti, con buona pace di associazioni di categoria e sindacati. Eppure adesso c’è un’attenzione diversa, un allarme sociale sul problema e a lanciarlo questa volta è la Confcommercio”Prima di parlare di qualsiasi riforma fiscale, c’è una condizione da cui non si può prescindere:eliminare definitivamente gli aumenti dell’Iva”.

Lo afferma il presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli. “Siamo preoccupati perché mi pare si cominci a respirare un clima politico e culturale di rassegnazione”. Ma sull’Iva non bisogna abbassare la guardia, “né oggi, né domani, né mai”. L’aumento “porterebbe dalla stagnazione alla crisi conclamata”, con un impatto negativo sul Pil di 0,4-0,5 punti che porterebbe nel 2020 a una crescita pari a zero. «L’Iva non aumenta, non ci sono tasse sulla casa e non ci sono tasse sui risparmi». La rassicurazione di Matteo Salvini arriva a stretto giro di posta. Il leader leghista spiega che il governo prenderà i soldi dalla crescita e aggiunge che l’Italia è uno dei Paesi migliori al mondo.

Articoli Correlati