CRONACHEԑ EMILIA-ROMAGNAԑ TOP NEWS

Trovato il corpo senza vita di Elisa, catturato Bastiani ed arrestato il padre della sua ex

PIACENZA. Sono finite dopo quasi due settimane e nel peggiore dei modi le ricerche della coppia scomparsa in provincia di Piacenza. Lui, Massimo Sebastiani è stato rintracciato e catturato. Il corpo di Elisa Pomarelli, 28 anni, è stato invece ritrovato senza vita: dopo l’interrogatorio in caserma, i carabinieri l’hanno ritrovato in un fossato, in una zona particolarmente impervia. Per il recupero del corpo di Elisa sono stati allertati vigili del fuoco e soccorso alpino. Sul posto erano presenti anche il sostituto procuratore Ornella Chicca e l’avvocato Mauro Pontini, difensore di Sebastiani.

Massimo Sebastiani ed Elisa Pomarelli

La coppia era scomparsa il 25 agosto scorso dalle colline piacentine: i due erano stati visti per l’ultima volta insieme mentre pranzavano in una trattoria. Poi della giovane donna nessun’altra segnalazione. L’operaio, invece, era stato visto altre volte, solo, nel corso della stessa giornata: ad esempio era stato ripreso mentre faceva benzina alla sua auto poi trovata parcheggiata nel cortile di casa con all’interno il cellulare spento. Nei giorni scorsi i Ris avevano fatto un sopralluogo nella casa del Sebastiani a Carpaneto , effettuando anche delle verifiche nel cortile e nella zona attorno al pollaio alla ricerca di elementi utili alle indagini. Frattanto un nuovo colpo di scena va ad aggiungersi alla vicenda, nel corso della nottata, in seguito agli approfondimenti investigativi, è stato arrestato dai carabinieri in flagranza di reato di favoreggiamento personale, Silvio Perazzi, padre della ex compagna di Massimo Sebastiani, la cui posizione era già al vaglio degli inquirenti, per aver aiutato il Sebastiani ad eludere le ricerche, consentendogli di nascondersi. A renderlo noto è il Comando Provinciale dei Carabinieri di Piacenza.

Piero Abrate

Giornalista professionista dal 1990, in passato ha lavorato per quasi 20 anni nelle redazioni di Stampa Sera e La Stampa, dirigendo successivamente un mensile nazionale di auto e il quotidiano locale Torino Sera. È stato docente di giornalismo all’Università popolare di Torino.

Articoli Correlati