CRONACHEԑ LOMBARDIAԑ TOP NEWS

Coronavirus, Gallera: “In Lombardia i nostri ospedali cominciano a respirare”

Lieve riduzione, ma significativa e costante, nel numero dei malati nei pronto soccorso lombardi. Oggi registrati 1.455 nuovi casi positivi.

In Lombardia oggi sono stati registrati 1.455 nuovi positivi al Covid-19, che fanno raggiungere in Regione un totale 47.520 malati dall’inizio dell’epidemia. Lo ha reso noto l’assessore lombardo al Welfare, Giulio Gallera, nel corso dell’aggiornamento quotidiano sull’emergenza Coronavirus.

Ieri l’incremento era stato di 1.292 casi, “ma abbiamo processato molti più tamponi rispetto a ieri.”. I dati sono “confortanti, si è arrestata la crescita e siamo in una fase di stabilizzazione che tende a ridursi” ha evidenziato Gallera, “tra i pronto soccorso c’è chi ha avuto una riduzione molto significativa, chi lieve, ma è costante. I nostri ospedali stanno iniziando a respirare” e “i dati evidenziano che il nostro sforzo sta producendo risultati“.

Il governatore lombardo Attilio Fontana

Sulle grandi città il dato da prendere in considerazione è soprattutto quello di Milano, +166 casi, ieri +203” ha proseguito l’assessore al Welfare lombardo. Tra le altre città: “Brescia +29, Bergamo +23 e Crema +0“. “Ma ora è il momento di resistere, nonostante le belle giornate. Tutti sono capaci a stare in casa quando fa freddo e piove, ma il carattere dei lombardi si deve vedere adesso. Occorre tenere duro e stare in casa“.

Si conferma trend di crescita rallentata I nuovi dati confermano la tendenza positiva dei positivi nelle diverse province Lombarde. A Bergamo 9.315 positivi, + 144 rispetto a ieri; Brescia 9.014, + 257; Milano 10.391, + 387; Cremona 4.097, + 123; Monza Brianza 2.774, + 141; Pavia 2.331, + 46; Lodi 2.214, + 25; Mantova 1.884, + 102; Lecco 1.594, + 42; Varese 1.085 + 83; Como 1.256, + 51; Sondrio 537, + 20. Per quanto riguarda le città, come detto, a Milano 4.184, + 166; a Bergamo la crescita è stata di 23 nuovi positivi e a Brescia di 29. Tutti dati che confermano il rallentamento della crescita dei contagi.

Mentre dopo il duro scontro tra Regione Lombardia e governo è giunto il momento per il governatore Attilio Fontana di annunciare una buona notizia: “è arrivata dall’Iss la certificazione per nostre mascherine“. Una polemica di cui aveva avuto modo di esprimersi questa mattina Giulio Gallera alla trasmissione ‘Mattino Cinque’ su Canale 5: “C’è una difficoltà di tutti. Non voglio dire che la Protezione Civile tiene nascoste le mascherine, ma sta di fatto che noi abbiamo ricevuto 2,5 milioni di mascherine dalla Protezione Civile, mentre noi ne abbiamo acquistati 10 milioni.”

“In Lombardia – aveva aggiunto l’assessore lombardo– noi ne abbiamo bisogno 300mila solo per gli ospedali, e 500mila se si considerano i medici di base e le RSA. A noi sono arrivate quindi mascherine per 4 giorni e mezzo su sei settimane di crisi. Se siamo tutti qua a farci carico delle difficoltà, lo comprendiamo e proviamo a reagire”.

Articoli Correlati