ATTUALITA'ԑ TOP NEWS

Dopo Fabio Volo anche Fedez si scaglia dai social contro Salvini

Il blitz al citofono di Matteo Salvini, di martedì sera al quartiere Pilastro di Bologna, è riuscito a sollevare un polverone mediatico senza precedenti. Numerose sono state le opinioni sul caso, capaci di riempire le pagine dei principali quotidiani italiani, di alimentare il dibattito nei più importanti talk show televisivi e sopratutto di scatenare l’opinione degli internauti che si sono espressi senza mezze misure sui social. Il leader della Lega ieri sera è stato ospite in collegamento con la trasmissione ‘Dritto e Rovescio‘, condotta da Paolo Del Debbio su Rete4, ed ha voluto replicare all’attacco ricevuto mercoledì in radio da Fabio Volo: “Mentre lui e Fedez facevano i soldi scrivendo libri e canzoni, io combattevo la mafia a colpi di ruspa“.

Il numero uno del Carroccio ha voluto ricordare agli italiani l’importante contributo fornito nella lotta contro le associazioni di stampo mafioso durante l’esperienza da ministro dell’Interno, nella quale ha contribuito alla confisca di 7 miliardi di euro di ville, conti correnti e macchine di lusso a mafia, camorra e ndrangheta. Salvini ha inoltre aggiunto di essere stato vittima di pesanti minacce: “E i Casamonica mi hanno pure minacciato di morte, quindi lezioni di antimafia da questi due milionari di sinistra non ne prendo, con tutto il rispetto per i milionari di sinistra.

La replica di Fedez

Oltre al noto conduttore televisivo, scrittore e attore, Salvini ha tirato in ballo anche Fedez, che venuto a conoscenza delle dichiarazioni ha voluto replicare immediatamente su Twitter: “Sai qual è la differenza? Che noi guadagniamo onestamente senza pesare sulle tasche di nessuno. Il tuo partito è costato agli italiani 49 milioni di euro. Io ero a Ibiza questa estate e faccio il rapper, tu eri al Papete ed eri il Ministro dell’interno. That’s it“.

Fabio Volo vs Salvini

La polemica tra Fabio Volo e Salvini aveva avuto il inizio mercoledì mattina, durante il programma radiofonico ‘Il Volo del mattino’ , condotto dallo stesso Volo su Radio Deejay, : “Vai a suonare ai camorristi se hai le palle str***o, non da un povero tunisino che lo metti in difficoltà str***o, sei solo uno str***o senza palle. Fallo con i forti lo splendido, non con i deboli“. Dichiarazioni alle quali aveva cercato di mettere una pezza ieri mattina il direttore di Radio Deejay, Linus, che aveva preso le distanze dalla modalità con le quali Volo si era rivolto al leader leghista.

Fabio Volo (Twitter)

Roberto Saviano vs Salvini

Tra i più illustri oppositori di Matteo Salvini manca all’appello Roberto Saviano, che ha colto l’occasione per esprimere dalle pagine di Funpage il suo più aspro dissenso nei confronti della ‘citofonata’ defininita “ridicola e quasi goliardica“, aggiungendo che si tratta di “un atto violento” capace di istigare all’emulazione. Lo scrittore ha definito il gesto come “l’ennesimo atto di propaganda, sembra una delle sue trovate, come baciare il salame o indossare una nuova felpa. Invece, è un atto senza ritorno, esattamente com quando indossava la divisa della polizia“.

fedez salvini
Roberto Saviano (Twitter)

lo scrittore accusa Salvini di utilizzare spesso una “prassi da squadrista” oltre ad essere “un manipolatore di professione“. Nonostante in molti abbiano accusato il leader leghista di aver compiuto il gesto ai soli fini elettorali, in vista delle regionali in Emilia-Romagna e Campania, Saviano conclude il suo intervento con una riflessione politica che non collocherebbe l’ex vicepremier né nello schieramento di destra e nemmeno in quello di sinistra: “vuole imporre se stesso e per farlo ha scelto il sovranismo, ha scelto il cappotto della Destra, correndo ad assecondare, senza pensarci, l’applauso, come un comico che non riesce a fare battute e ha solo bisogno di agganciarsi all’umore di quel momento“.

Norbert Ciuccariello

Articoli Correlati