• 20 Gennaio 2021
  • CRONACHE

E’ di 57 vittime, forze governative e milizie siriane, un raid aereo

E’ di almeno 57 uccisi il bilancio di raid aerei attribuiti a Israele nella Siria sud-orientale al confine con l’Iraq. Lo riferisce l’Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria.

Secondo l’ong, le vittime sono 43 miliziani filo-iraniani, tra cui 16 iracheni, e 14 membri delle forze governative e milizie ausiliarie siriane. Si tratta, afferma l’Osservatorio, del più sanguinoso attacco aereo compiuto da Israele contro postazioni di forze filo-iraniane in Siria dall’inizio della guerra 10 anni fa. Nel giugno del 2018, 55 tra miliziani filo-iraniani e soldati governativi siriani erano morti in bombardamenti aerei nella zona. Dal canto suo l’agenzia governativa siriana Sana ha confermato i raid aerei, attribuendoli al “nemico israeliano”, senza però fornire dettagli in merito.

Tags

Redazione

Leggi ancora