CRONACHEԑ TOP NEWSԑ VENETO

Deceduto il piccolo “cullato violentemente” dalla madre

PADOVA. Il bambino di cinque mesi scosso violentemente dalla madre, è deceduto, dopo essere sopraggiunto in ospedale già in coma. La commissione medica, composta da un medico legale, un neurologo e un anestesista, ha decretato la morte cerebrale in seguito a un secondo approfondito esame, e questa mattina sono state staccate le macchine che tenevano in vita il piccolo. La Procura ha autorizzato l’espianto degli organi. Una vicenda agghiacciante, sconvolgente, ormai nella mani della giustizia, perché di un crimine orrendo si tratta senza tema di smentita. Non presentava più alcuna attività cerebrale, infatti, il bambino che da sabato scorso si trovava in coma, ricoverato in terapia intensiva nella Pediatria dell’ospedale di Padova, dopo essere stato scosso violentemente dalla mamma mentre veniva cullato.

Le accuse iniziali mosse alla madre, una 29enne residente a Mestrino (Padova), passano ora da lesioni gravissime a omicidio colposo. Nel frattempo l’altra figlia della coppia, una bimba di un anno e mezzo, era stata affidata ai nonni. Lo aveva deciso il tribunale del Minori, per tutelare la bambina, che al momento non può contare su una stabile situazione familiare. Stando al dispositivo del Tribunale veneziano, la madre non sarebbe comunque pericolosa per la primogenita.

Articoli Correlati