CRONACHEԑ CALABRIA

Fermati due ucraini presunti scafisti, cercavano di confondersi fra i migranti

SIDERNO. Due uomini di nazionalità ucraina, C.V., di 39 anni, e S.O., di 31, sono stati fermati dalla Polizia di Stato a Siderno perché ritenuti i presunti scafisti dello sbarco di 74 migranti avvenuto sabato scorso a Roccella Jonica. L’accusa formulata nei loro confronti è favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.  Gli agenti della Squadra Mobile e del Commissariato di Siderno, con il coordinamento della Procura di Locri, hanno individuato i due cittadini ucraini dopo l’approdo dei 74 profughi a bordo di un’imbarcazione della Guardia costiera nel porto di Roccella Jonica dove si sono svolte le operazioni successive allo sbarco in stretta collaborazione con i carabinieri e la Guardia di finanza. 

I due presunti scafisti avevano tentato di confondersi con i migranti, tutti iracheni ed iraniani, soccorsi al largo a bordo di una barca a vela che si presume sia partita alcuni giorni prima dalla Grecia. Tra i cittadini iracheni ed iraniani sbarcati dall’imbarcazione a vela (tra i quali si annoverano 5 donne e 11 minori), che si presume provenisse dalla Grecia, gli investigatori della Polizia di Stato hanno immediatamente individuato i due ucraini. Visti precedenti episodi, nei quali cittadini della stessa nazionalità erano stati individuati come scafisti delle imbarcazioni, l’attività investigativa, coordinata dalla Procura della Repubblica di Locrie durata tutta la notte, è stata orientata a definire la posizione dei due soggetti.


Loading...

Articoli Correlati