CRONACHEԑ CALABRIAԑ TOP NEWS

Festa patronale blindata dopo l’agguato a colpi di pistola

VIBO VALENTIA. Festa patronale “blindata” a “Piscopio” di Vibo Valentia dopo il duplice tentato omicidio di cui sono rimasti vittime, nella tarda serata di venerdì scorso, in un parco pubblico della cittadina, due giovani, Salvatore Battaglia, di 21 anni, e Giovanni Zuliani, di 23, rimasti entrambi feriti.  L’agguato era avvenuto in un parco pubblico nella frazione di Piscopio in cui si stanno appunto svolgendo i festeggiamenti per il Santo patrono. 

A sparare contro i due, Salvatore Battaglia di 21 anni e Giovanni Zuliani di 23, sarebbe stato una persona che si è poi data alla fuga. Diversi i colpi di pistola sparati con una pistola calibro 7.65. A subire le conseguenze più gravi é stato Battaglia, raggiunto dai colpi al collo ed all’addome, ricoverato con prognosi riservata nell’ospedale di Catanzaro. Vendetta trasversale? Gli inquirenti non hanno precluso alcuna ipotesi. Per questo motivo lo stato di allerta era elevatissimo. Il concerto di Anna Tatangelo, che ha concluso la festa, si é svolto ugualmente, malgrado quanto é accaduto venerdì sera, ma in presenza di un massiccio spiegamento di forze dell’ordine.  “Il personale della Questura di Vibo Valentia – ha detto il questore Annino Gargano – ha presidiato la piazza principale di Piscopio per garantire la sicurezza dei tanti partecipanti”.  

Articoli Correlati