• SANITA'

Forte raccomandazione del Cts: vaccino AstraZeneca per gli over 60

AstraZeneca per gli italiani sopra i 60 anni, mentre prima e seconda dose Pfizer o Moderna per gli under 60. Vaccinato quasi il 50% degli italiani.

Il vaccino AstraZeneca è fortemente raccomandato per gli over 60 mentre chi ha meno di sessant’anni e ha già fatto una dose del siero a vettore adenovirale farà la seconda con Pfizer o Moderna. L’indicazione del Comitato tecnico scientifico è stata comunicata nel corso della conferenza stampa sulla campagna vaccinale alla quale hanno partecipato il commissario straordinario per l’emergenza, il generale Francesco Figliuolo, il ministro della Salute, Roberto Speranza, e il coordinatore del Cts Franco Locatelli.

La decisione era nell’aria dopo la triste vicenda che nelle ultime ore ha scosso l’Italia intera: la morte di Camilla Canepa, studentessa 18enne di Sestri Levante deceduta a causa di alcune complicanze scaturite dopo l’inoculazione della prima dose del vaccino AstraZeneca.

Gli esperti del Cts, in stretto dialogo con Aifa e altre istituzioni sanitarie del Paese, tenendo conto della mutazione del contesto epidemiologico è stato ritenuto opportuno rivalutare le indicazioni d’uso del vaccino prodotto dall’azienda anglo-svedese. Su questo punto specifico Locatelli ha affermato: “Essendo mutato lo scenario il rapporto tra benefici e potenziali rischi legati a trombosi rare cambia in funzione dell’età ma anche del mutato scenario“.

AstraZeneca per gli over 60, prima e seconda dose Pfizer o Moderna per gli under 60

Il generale Figliuolo ha invece voluto rassicurare tutti sull’uso dei vaccini AstraZeneca consegnati all’Italia, che non andranno distrutti o inutilizzati perché potenzialmente ci sono ancora “7,4 milioni di italiani sopra i 60 anni che potranno ricevere il vaccino di Astrazeneca alla luce delle nuove indicazioni del Cts”. Di tutti gli over 60 privi di copertura vaccinale 3,5 milioni devono ancora effettuare la prima dose, mentre 3,9 milioni devono effettuare il richiamo.

Mentre per le secondi dosi gli over 60 che hanno già ricevuto AstraZeneca potranno ricevere il medesimo vaccino, discorso diverso per gli under 60 che a prescindere da quale vaccino sia stato inoculato la prima volta la raccomandazione è che per la seconda dose ne venga utilizzato uno a mRNA, come Pfizer e Moderna.

AstraZeneca - Il ministro della Salute Roberto Speranza
Il ministro della Salute Roberto Speranza

La campagna vaccinale procede spedita: quasi 1 italiano su 2 ha ricevuto la prima dose del vaccino

Infine il ministro della Salute Speranza si è complimentato con gli italiani e tutto il comparto medico, infermieristico e volontario impegnato nella campagna di vaccinazione, che sta procedendo in maniera spedita ed efficace. I buoni risultati sono testimoniati da un dato confortante: quasi il 50% degli italiani ha ricevuto almeno una dose del vaccino.

In via precauzionale Lazio, Emilia-Romagna e valle d’Aosta hanno deciso di sospendere la somministrazione di AstraZeneca durante gli open day previsti nei prossimi giorni.

Articoli correlati