CRONACHEԑ ABRUZZOԑ TOP NEWS

In Abruzzo arrivano 16 mila tonnellate di rifiuti da Roma

PESCARA. La Giunta regionale abruzzese ha autorizzato, su proposta dell’assessore Nicola Campitelli, il trattamento di ulteriori 16 mila tonnellate di rifiuti negli impianti di Aielli (Aciam) e Chieti Scalo (Deco Spa), in base ad un accordo sottoscritto tra Regione Abruzzo e Regione Lazio, dopo aver verificato la compatibilità ambientale e gestionale. Si tratta di rifiuti urbani indifferenziati prodotti da Roma capitale. I rifiuti verranno solo lavorati in Abruzzo per poi essere trasferiti in discariche extraregionali. La Giunta ha introdotto anche modifiche per quanto concerne gli aspetti economici con una quota tariffaria maggiorata che porterà nelle casse abruzzesi circa 160 mila euro in più.

La tariffa sarà pari a 10 euro/tonnellate di cui 7,70 euro da riconoscere alla Regione e 2,30 ai comuni interessati. “Ringraziamo – commenta il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti – l’Amministrazione regionale dell’Abruzzo per la rinnovata disponibilità alla soluzione del problema che consente un aiuto fattivo alla Capitale d’Italia nella gestione del ciclo dei rifiuti urbani”. “Nei prossimi giorni aggiunge Massimiliano Valeriani, assessore al Ciclo dei Rifiuti della Regione Lazio – valuteremo anche l’eventuale proroga dell’ordinanza regionale, che ha permesso di ripulire la città in poche settimane, ma servono soluzioni di medio e lungo periodo per assicurare un corretto funzionamento del sistema dei rifiuti e rendere Roma autosufficiente. Non si può sempre e solo contare sull’aiuto degli altri: ognuno deve assumersi le proprie responsabilità – conclude Valeriani – per realizzare gli interventi necessari”.

Articoli Correlati