• 24 Settembre 2021
  • DAL MONDO

In calo il tasso di popolarità del presidente Biden

I sondaggi effettuati dopo il primo semestre della presidenza Biden rilevano come il presidente sia in calo di popolarità

Cattive notizie per Joe Biden: da un sondaggio della società statunitense Gallup condotto fra il 6 e il 21 luglio, risulta che dopo sei mesi il tasso di gradimento nei confronti del presidente è passato in un solo mese dal 56% al 50%. Dati che vengono avvalorati dal anche dal rapporto Rasmussen, (un rapporto pubblicato nel 1975 dalla Nuclear Regulatory Commission , l’autorità di controllo nucleare statunitense) secondo il quale dopo il primo semestre Biden incontra il gradimento del 51% degli elettori.

Dati che arrivano quando i prezzi salgono e vaccini rallentano

Sicuramente i dati non molto favorevoli derivano anche dalla situazione dovuta alla pandemia. Gallup sottolinea che al momento negli USA la situazione del coronavirus è in standby, i numeri delle vaccinazioni diminuiscono mentre i contagi sono in aumento.

E’ vero che nel paese è presente la ripresa economica e la disoccupazione è in calo e i valori di borsa sono ai massimi storici, ma si ha anche l’impennata dei prezzi relativi a gas e beni di consumo. Altro elemento che lo penalizza è non aver tenuto fede al suo impegno di un maggior dialogo con il partito repubblicano, anche se al Senato continuano i negoziati sul piano per le infrastrutture.

Secondo semestre, come è andata rispetto ai predecessori

Relativamente ai dati del secondo trimestre, dal 20 aprile al 19 luglio, Biden ha perso tre punti. Nel primo trimestre aveva raggiunto il 53,3% diventato 50% nel primo trimestre.

Rispetto a chi l’ha preceduto indubbiamente per il secondo trimestre ha ottenuto un tasso di gradimento più alto rispetto a Clinton(44%) e Trump (38%) ma inferiore rispetto ad Obama che nello stesso periodo aveva raggiunto il consenso del 62% degli americani.

Valentina Roselli

Laureata in Scienze Politiche, giornalista, ha iniziato come cronista per importanti testate nazionali e locali, ha collaborato con alcuni periodici di attualità occupandosi di politica ed è stata direttrice editoriale del quotidiano "Notizie Nazionali". Negli ultimi anni ha lavorato come ghostwriter e ha collaborato ad inchieste giornalistiche di attualità per radio e tv online.

Articoli correlati