CRONACHEԑ CAMPANIA

In fiamme deposito di rifiuti speciali a Battipaglia, si sospetta il dolo

SALERNO. Un vasto incendio si è sviluppato in un’azienda che tratta rifiuti speciali nella zona industriale di Battipaglia (Salerno). “La nostra città- secondo quanto riferisce il sindaco Cecilia Francese – è stata svegliata da una nube tossica di pneumatici che bruciano, e dalle prime indagini sul luogo l’incendio sembrerebbe doloso”. L’azienda interessata dal rogo si occupa di recuperare pneumatici in disuso.  Il timore è che però le ceneri possano in seguito cadere sui campi dove ci sono coltivazioni di frutta e verdura. Anche due plessi scolastici della zona sono rimasti chiusi. L’Arpac ha immediatamente installato delle centraline di monitoraggio. Il sindaco del comune della Piana del Sele, Cecilia Francese, ha detto che «la città è sotto assedio» e che «il costo da pagare per la mia gente è altissimo e non sono più disposta ad attendere chissà cosa».

“A Battipaglia sta accadendo qualcosa di losco. È una guerra e le vittime sono i cittadini che in quel territorio soffrono da troppo tempo”. Così il ministro dell’Ambiente Sergio Costa commenta l’incendio di vaste dimensioni divampato la scorsa notte in un’azienda di trattamento rifiuti speciali nella zona industriale di Battipaglia. “Quando il 24 agosto scorso ho incontrato i cittadini – aggiunge Costa – ho promesso loro che, in caso di riconferma, avrei immediatamente avviato un tavolo tecnico. Ne ho parlato con la direzione generale e i tecnici, e oggi stesso partiranno le convocazioni di un tavolo”.

Articoli Correlati