CRONACHEԑ LAZIO

“La decorazione parigina a Carola è una ipocrisia tutta francese”

ROMA. “Ipocrisia francese – dice il ministro dell’Interno Matteo Salvini -: premiano la comandante tedesca Carola Rackete come fosse un’eroina, ma proprio Parigi non aveva risposto alle sue richieste di aiuto. I francesi si schierano con una ong che fa politica in Italia e con una persona che ha speronato una motovedetta della Guardia di Finanza mettendo a rischio la vita dei militari italiani, come il più facinoroso dei gilet gialli”. “Il Comune di Parigi premia Carola Rackete, mentre la portavoce del governo Macron, Sibeth Ndiayel, aveva bollato come ‘non accettabile’ il comportamento del ministro dell’Interno Matteo Salvini nei confronti della comandante della SeaWatch3. Eppure la Francia aveva ignorato le richieste della nave ong. E più di una volta. Niente porto sicuro e zero risposte alle mail di Rackete”. È quanto spiegano fonti del Viminale, che aggiungono: “A denunciarlo è proprio Carola, nei giorni in cui aveva fermato la nave all’ingresso delle acque territoriali italiane”.

“In due mail – proseguono fonti del Viminale – indirizzate a Roma, una del 24 giugno alle 19,07 e l’altra il giorno successivo alle 22,57, scrive: ‘ho inviato numerose richieste di POS a Malta e alla Francia e ho provato a coinvolgere gli Stati di bandiera nel coordinamento del POS. Finora nessun risultato’. E poi, il giorno successivo: ‘Le nostre richieste di POS inoltrate a Malta sono state declinate, quelle inviate alla Francia rimaste senza risposta”. Parigi premia Carola Rackete. Salvini, ‘non ha meglio da fare’ Capitale dona 100mila euro a Sos Mediterranèe. Un invito dal Parlamento europeo. Una medaglia per Carola Rackete: sarà la sindaca di Parigi, Anne Hidalgo, a consegnarla alla comandante della Sea Watch 3, “ancora perseguita dalla giustizia italiana”, come si legge nel comunicato del municipio. Un comunicato al quale Matteo Salvini ha risposto seccamente: “il Comune di Parigi evidentemente non ha altro di meglio da fare che non premiare questi soggetti”. Un altro riconoscimento alla militante tedesca è arrivato dal Parlamento europeo, dove il gruppo della Sinistra Unitaria Europea (Gue) ha proposto di invitarla nell’aula di Strasburgo. Ad essere decorata con la Medaille Grand Vermeil, il massimo riconoscimento del Comune, sarà anche l’altra capitana della Sea Watch 3, anche lei tedesca, Pia Klemp. La motivazione: “per aver salvato migranti in mare”. Parigi, con questo gesto, intende rinnovare “la solidarietà e l’impegno per il rispetto dei diritti umani” e sottolinea nel comunicato che le due operatrici umanitarie tedesche “sono ancora perseguite dalla giustizia italiana”. Carola Rackete e Pia Klemp sono “gli emblemi” della battaglia per salvare vite in mare, sono “portatrici di valori europei ai quali il Comune di Parigi chiede ancora una volta al nostro continente di rimanere fedele”. “Dal 2014 – si legge nel comunicato – 17.000 persone sono morte o disperse in Mediterraneo. Di fronte a questa tragedia, il Comune di Parigi ribadisce il suo sostegno alle donne e agli uomini che operano per il salvataggio dei migranti ogni giorno e in condizioni difficili”. E per dare ancora più sostanza a questo sostegno, è proprio Parigi che annuncia un aiuto urgente di 100.000 euro “a SOS Mediterranée per una nuova missione di salvataggio in mare dei migranti”. Il Comune aveva già sostenuto SOS Mediterranée nel 2016 e nel 2018 con 25.000 e 30.000 euro, e che adesso 100.000 euro verranno attribuiti immediatamente alla Ong “per una nuova campagna di salvataggio in mare dei migranti. Nonostante i numerosi ostacoli giuridici, SOS Mediterranée ha deciso di noleggiare una nuova nave con un nuovo equipaggio e un’unità sanitaria d’emergenza”. “Associazioni come SOS Mediterranée e Sea Watch – ha detto l’assessore della Hidalgo incaricato delle Relazioni Internazionali, Patrick Klugman – ci onorano e ci spingono all’impegno di fronte all’inerzia dei governi europei”. “Non è scherzi a parte – ha commentato Salvini su Facebook – Questa è quella che ha schiacciato una motovedetta della Gdf e adesso i colpevoli sono i finanzieri? Vuoi vedere che adesso qualche magistrato indaga i finanzieri? Speronare motovedette comporta premi”. E quanto al possibile invito al Parlamento europeo, ha aggiunto: “Ci manca pure che la nominino Cittadina Europea dell’Anno e abbiamo visto tutto!”.

Loading...

Articoli Correlati