• CRONACHE

La nave Alan Kurdi si dirige verso Lampedusa, 40 i migranti a bordo

La nave Alan Kurdi, della Ong tedesca Sea Eye, si sta dirigendo verso le coste italiane: destinazione Lampedusa. L’imbarcazione ha a bordo 40 persone, soccorse mentre si trovavano a bordo di un gommone al largo della Libia, attualmente è in cerca di un porto sicuro e si sta dirigendo verso l’Italia.

Non hanno destato alcun effetto gli avvertimenti lanciati dal ministro dell’Interno Matteo Salvini, che insieme al ministro dei Trasporti Danilo Toninelli e al ministro della Difesa Elisabetta Trenta hanno sottoscritto nella giornata di ieri il provvedimento per il divieto di ingresso alla nave umanitaria nelle acque italiane.

Tweet di Gorder Isler, portavove Sea Eye: “Caro @TimaKurdi, ancora una volta la nostra buona nave #AlanKurdi ha salvato 40 persone, tra cui tre bambini piccoli. Grazie per la tua fiducia in @seaeyeorg 🧡 #saveLives”

Gorden Isler, portavoce dell’Ong tedesca Sea Eye, sul caso ha dichiarato: ” “Geograficamente, Lampedusa è il più vicino” Precedentemente in un tweet aveva affermato che la nave “Alan Kurdi si sta dirigendo verso Lampedusa. Non entreremo nelle acque italiane senza permesso. Chiediamo all’UE di trovare una soluzione rapida nell’interesse dei soccorsi. Abbiamo preso atto del documento del Ministero degli Interni italiano con contenuti contrari alle leggi inerenti il diritto internazionale.” Sempre secondo l’Ong A bordo della nave ci sarebbero anche due donne, di cui una incinta, un neonato e due bambini. I migranti provengono da Nigeria, Costa d’Avorio, Ghana, Mali, Congo e Camerun.

Alan Kurdi
La nave Alan Kurdi (Twitter)

Nonostante gli appelli della Sea Eye e dei suoi rappresentanti il vicepremier Salvini rimane ferreo nel diniego di ingresso e transito nelle acque territoriali italiane. In un tweet di ieri il leader leghista affermava: “Firmato il divieto di ingresso in acque italiane per la nave Alan Kurdi. Se la Ong ha davvero a cuore la salute degli immigrati può fare rotta verso la Tunisia: se invece pensa di venire in Italia come se niente fosse ha sbagliato ministro.

Mentre poco prima della mezzanotte, nel pieno svolgimento della riunione fiume durante il Consiglio dei Ministri, il ministro dell’Interno ha lanciato un’altro tweet per ribadire la fermezza della sua decisione: “La nave Alan Kurdi, attualmente a 30 miglia dalle coste della Libia, ha RIFIUTATO il porto di Tripoli assegnatole dalla Guardia costiera libica… Ci risiamo, ONG tedesca se ne frega delle autorità internazionali. Io non mollo!

Carlo Saccomando

Tags

Articoli correlati