CRONACHEԑ LIGURIA

Liguria, viadotto A26: riapre una corsia per ogni senso di marcia

Entro le ore 12 di oggi sarà riaperta parzialmente l’autostrada A26, tra l’allacciamento con la A10 e lo svincolo di Masone. Avverrà grazie ad uno scambio di carreggiata che consentirà il transito su una corsia per ogni senso di marcia. Ciò permetterà comunque di svolgere le verifiche tecniche sui viadotti Fado e Pecetti ritenuti ammalorati e non sicuri. A renderlo noto Aspi in una nota.

Una riapertura che permetterà di togliere Genova, e più in generale la Liguria, dalla situazione di isolamento degli ultimi giorni dovuta in parte alla chiusura al traffico in entrambe le direzioni della tratta dell’autostrada A26 . Disposizione che era stata attuata dalle 21:30 di ieri sera per volere della Procura di Genova.

viadotto a26

Sempre nella serata di ieri, al temine del vertice in Regione, il presidente Giovanni Toti aveva usato toni forti per esprimere la propria insoddisfazione nei confronti della misura: “Siamo in guerra, in emergenza, siamo a Stalingrado. Il governo si deve far carico, da oggi e fino al ripristino delle condizioni di normale vivibilità di tutto quello che accade: trasporti, come per il Morandi, terminal portuali, di tutto perché siamo in una vera situazione di emergenza.” Inoltre ha aggiunto :”Le istituzioni locali si rimboccheranno le maniche. Ci aspettiamo di avere notizie dal governo nelle prossime ore con interventi di emergenza, utilizzando ad esempio il genio militare. Non possiamo reggere questa situazione oltre una settimana. E non può reggerla il Paese“.

La ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli ha convocato questa mattina il concessionario Aspi al fine di stabilire gli interventi urgenti per garantire la sicurezza e ripristinare la viabilità sulla A26” Questo è quanto dichiarato dal MIT con un post su Twitter, con particolare riferimento alla “chiusura della tratta dell’A26 tra l’allacciamento con l’A10 e lo svincolo di Masone la E’quanto annunciato in un tweet del ministero“.

Il sindaco di Genova Marco Bucci per venire incontro ai cittadini ha disposto da stamani, fino alla cessazione dell’emergenza per la chiusura dell’A26, l’utilizzo gratuito dell’intera rete urbana di trasporto pubblico Amt (metropolitana, autobus, ascensori e funicolari, navebus, con la sola eccezione del servizio commerciale volabus). Disposizione alla quale si aggiunge quella della frequenza intensificata dei mezzi pubblici in tutta la città, in modo tale da scongiurare il rischio di una paralisi del traffico.

Carlo Saccomando

Articoli Correlati