CRONACHEԑ LAZIOԑ TOP NEWS

Lotito punta sull’Alitalia, l’aquila laziale conquisterà i cieli?

ROMA. La compagnia di bandiera italiana si tingerà di biancoazzurro? La possibilità concreta c’è. Infatti Claudio Lotito si fa avanti per Alitalia. Il patron della Lazio e della Salernitana formalizza un’offerta per la compagnia, animando una partita da un po’ di tempo in stallo in attesa di una decisione politica sull’ipotesi Atlantia, che da parte sua smentisce ipotesi di accordo e resta in stand by. «Non posso esprimere alcun giudizio, nessun commento sull’offerta, era riservata, bisogna rispettare le regole», ha dichiarato il patron del team biancazzurro infastidito dal fatto che sia trapelata la formalizzazione dell’interesse.  Sulla holding degli imprenditori veneti la Lega spinge, il M5s frena e il premier Conte non si sbilancia: “a noi preme rilanciare il sistema“.

lotito alitalia cieli

E il ministro dell’economia Tria rassicura sull’intervento del Tesoro nella nuova compagnia: prima ci vuole la proposta vincolante dei soggetti interessati. Intanto a 3 giorni alla scadenza del termine per l’offerta vincolante di Fs, la proroga sembra ormai una strada obbligata e l’ipotesi è di concedere un altro mese, fino al 15 luglio. L’arrivo di Lotito, che ha presentato un’offerta “riservata” di acquisto, andando oltre le voci di un’interesse che circolavano da qualche giorno, spariglia le carte della partita. Ma la mossa del presidente biancazzurro, appare anche come un tentativo di rubare la scena ai Benetton, dando vita ad un inaspettato derby tra vicini di casa a Cortina. Lotito va ad aggiungersi ad un altro pretendente fattosi avanti nei giorni scorsi: il Gruppo Toto, che ha comunicato via lettera il proprio interesse al progetto e ad avviare colloqui, ma non l’ha ancora formalizzato con un’offerta. Ma tra gli addetti ai lavori si continua a guardare ad Atlantia come alla soluzione preferibile: la società, tuttavia, mantiene ferma la propria posizione (già impegnata su molti fronti, ma “attenta al futuro di Alitalia”), smentendo “presunti accordi, ancorché preliminari, per una eventuale partecipazione alla newco Alitalia”. Intanto, mentre mancano pochi giorni alla scadenza del 15 giugno, il lavoro sul dossier si intensifica. Il tema Alitalia è stato affrontato nella coda del vertice di Governo a Palazzo Chigi (presenti Conte e Di Maio, mentre Salvini se n’era già andato), durante il quale “si sono valutate le opzioni sul tavolo – dicono fonti della Lega -, per definire presto la questione”. Ma il vero nodo è politico: ovvero capire se su Atlantia prevarrà l’apertura della Lega o il ‘veto’ messo dal M5s dopo il crollo del ponte Morandi. Salvini, dopo averla definita in tv “partner naturale”, oggi resta vago: “Non ho pregiudizi nei confronti di nessun investitore”.

Il presidente della Lazio Claudio Lotito

La cordata guidata da Fs ha adesioni fino al 60% del capitale necessario (30% di Fs, 15% di Delta Air Lines e 15% del Mef) e ci sono contatti ben avviati con Atlantia, che potrebbe completare la compagnie come come quarto socio. Atlantia però potrebbe accettare solo a condizione di una normalizzazione dei rapporti con il governo, in particolare con il M5S, che vuole revocare la concessione autostradale in seguito al crollo del Ponte Morandi (43 morti). La società stamattina ha emesso una nota in cui precisa che non ha raggiunto alcun accordo, neppure preliminare, per Alitalia. Un panorama tutto in definire con i giochi aperti a diverse soluzioni. Chi prenderà il volo?

Loading...

Articoli Correlati