CRONACHEԑ LAZIOԑ TOP NEWS

Luigi Di Maio accoglie i militari rimasti feriti in Iraq

ROMA. Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, insieme con il collega della Difesa Lorenzo Guerini, oggi ha accolto all’aeroporto di Ciampino i militari italiani rimasti feriti nell’attentato in Iraq.

“Ci stringiamo a loro e alle loro famiglie, felici di poterli riabbracciare. Siamo orgogliosi del lavoro che le nostre donne e i nostri uomini in uniforme svolgono con grande professionalità e coraggio ogni giorno nel mondo. Il loro impegno nelle aree di crisi rappresenta un contributo essenziale per difendere quei diritti, libertà e valori che stanno alla base della nostra costituzione e del diritto internazionale”, ha scritto Di Maio sulla pagina Facebook della Farnesina.

Il velivolo C130 dell’aeronautica militare, proveniente dalla base di Ramstein (in Germania), è atterrato alle 16.43. A bordo del mezzo hanno viaggiato anche alcuni dei loro parenti. Lo sbarco dei militari si è svolto all’insegna della discrezione e della riservatezza. Poco dopo l’atterraggio, quattro ambulanze militari e pulmini hanno raggiunto una delegazione del 31° stormo dell’Aeronautica militare situata nei pressi del velivolo. Con i ministri Guerini e Di Maio c’erano anche il capo di Stato maggiore della Difesa Vecciarelli e il capo di Stato maggiore dell’esercito generale Salvatore Farina. I cinque feriti hanno lasciato lo scalo alle ore 17.30 e sono stati portati all’ospedale militare del Celio. I parenti sono invece saliti a bordo di alcuni pulmini.

La Procura di Roma ha aperto un fascicolo d’inchiesta per attentato con finalità di terrorismo e lesioni gravissime.

Articoli Correlati