CRONACHEԑ PUGLIA

Marocchino minaccia la moglie in ospedale con un coltello

TRICASE. Momenti di tensione all’ospedale Panìco di Tricase dove un uomo di 36 anni, marocchino, ha bloccato e minacciato sua moglie, una donna di 41 anni di Maglie, che due giorni prima aveva partorito un bambino, puntandole alla gola un coltello da cucina dalla lama di 15 cm.  Sul posto sono giunti carabinieri che hanno cercato di calmare l’uomo riportandolo alla ragione. 

Arrivati sul posto, una stanza al quinto piano nel reparto di ginecologia, hanno cercato di calmare il 36enne e, dopo aver trovato qualche resistenza iniziale, l’hanno convinto a disfarsi dell’arma che è stata  lanciata verso di loro. Ma non è stato questo l’epilogo. Nei minuti successivi, l’uomo avrebbe continuato a tenere immobilizzata la donna per il collo, ma è stato bloccato non appena ha ceduto alle ripetute sollecitazioni degli uomini dell’Arma  di lasciarla libera e ha fatto cenno di voler raggiungere il balcone della camera. I carabinieri sono quindi riusciti ad immobilizzarlo e ad ammanettarlo. E’ stato arrestato con l’accusa di sequestro di persona aggravato, minaccia aggravata e resistenza a pubblico ufficiale.

Articoli Correlati