CRONACHEԑ MOLISE

Medici militari in Molise per contrastare la carenza di personale

CAMPOBASSO. “Stiamo esaminando la possibilità di inviare in Molise medici militari per far fronte alla carenza di personale sanitario negli ospedali, ma al momento non abbiamo ancora trovato una soluzione, stiamo continuando a cercarla”. Lo ha detto il ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, oggi a Campobasso in visita privata per assistere alla sfilata dei ‘Misteri’. In Molise mancano medici, alcuni reparti rischiano la chiusura. “La situazione è critica” avverte il commissario alla Sanità, Angelo Giustini. Che offre poi una possibile soluzione: inviare in soccorso medici militari specialisti. Secondo il commissario alla Sanità, Angelo Giustini, si tratterebbe dell’ultima spiaggia prima di procedere alla chiusura, già dal prossimo mercoledì, dei reparti di ortopedia e traumatologia dei nosocomi di Isernia e Termoli (Campobasso). 

I medici militari dovrebbero essere impiegati per almeno 5 mesi “termine necessario – osserva il Commissario – affinché il Decreto Calabria possa essere definitivamente approvato, così nel contempo si espleteranno i concorsi. Tutto ciò consentirà di superare questo agonico stallo nella governance del Servizio sanitario regionale e del diritto all’equità e universalità di accesso dei cittadini”. Nei mesi scorsi, il commissario aveva anche pensato di coinvolgere i professionisti in pensione, ma l’idea non è andata a buon fine. Da qui l’appello al ministero della Difesa, che ha individuato circa 100 medici (ortopedici, ginecologi, chirurghi, anestesisti) che operano nella sanità militare e che possono essere selezionati per essere impiegati nella sanità civile.

Articoli Correlati