CRONACHEԑ LAZIO

Misure cautelari a dipendenti Atac e Metro per quando rimasero feriti tifosi del Cska Mosca

ROMA. La polizia, coordinata dalla procura della Repubblica di Roma, sta eseguendo un’ordinanza di misura cautelare interdittiva nei confronti di quattro persone, due dipendenti di Metro Roma e due di Atac, in merito ai guasti sulle scale mobili delle stazioni metro di Roma, Repubblica e Barberini. I reati contestati sono quelli frode nelle pubbliche forniture e lesioni personali colpose aggravate.

L’operazione, in corso da questa mattina ad opera della Squadra Mobile e degli agenti del commissariato Viminale, ha fatto luce sulle cause che portarono all’incidente del 23 ottobre dello scorso anno, quando alcuni tifosi del Cska Mosca furono coinvolti nel cedimento delle scale mobili alla stazione Repubblica. Alcuni di loro restarono anche feriti. Le indagini hanno permesso anche di risalire alle cause del guasto, sempre alle scale mobili, ma questa volta della fermata Barberini del 21 marzo. Un giornalista sportivo russo aveva pubblicato su Twitter un video in cui si vedeva il momento del crollo della scala mobile. Nel video si vede infatti una fila di persone che scende velocemente verso l’ingresso della metro, velocità dovuta probabilmente al crollo dei gradini causati dai tifosi russi stessi.

Articoli Correlati