CRONACHEԑ SARDEGNA

Muore per un malore a San Teodoro cercando di recuperare un amo

CAGLIARI. Tragedia all’alba a San Teodoro, nella costa del nuorese. Un giovane di 27 anni, Gianluca Mossa, originario del paese, è annegato nelle acque del litorale di Isuledda. Il fatto è avvenuto intorno alle cinque. Secondo una prima ricostruzione il giovane si sarebbe buttato in mare per recuperare un amo, mentre pescava, e non sarebbe più riemerso forse a causa di un malore.

Una vita normale, come tanti della sua età. Il lavoro, le feste, gli amici. Ed è proprio con gli amici che si trovava, da ieri notte, nella spiaggia di San Teodoro. Una nottata di allegria, con canna e lenzaqualche birra e un po’ di musica. Ma poi, verso le 5,30, la tragedia. Gianluca entra in mare. Gli si era hanno annodata la lenza della canna da pesca. Arriva con l’acqua fino al torace. Si tuffa per sbrogliarla. Ma sta improvvisamente male. Un dolore al ventre, che richiama gli amici. Gli corrono incontro, lo afferrano e lo portano arriva. Chiamano i soccorsi del 118. Ma quando l’ambulanza arriva sulla spiaggia per Gianluca non c’è più niente da fare. Una tragedia di quelle che non vorremmo mai leggere. La ricostruzione dell’accaduto è stata fatta dai dai carabinieri del posto. Inutili i soccorsi del 118 arrivati sul posto dopo una chiamata dalla spiaggia. I medici non hanno potuto fare altro che constatare il decesso del 27enne. Sul posto anche le forze dell’ordine che cercano di ricostruire la tragedia.

Loading...

Articoli Correlati