• 26 Febbraio 2021
  • CRONACHE

Nonno ruba cioccolata per regalarla ai nipoti, i Carabinieri pagano il conto

Una storia di grande umanità é quella che giunge da Venezia, i carabinieri di Merano dopo essere stati chiamati dalla vigilanza di un supermercato che aveva ‘pizzicato’ un anziano che tentava di oltrepassare le casse dopo aver rubato qualche barretta di cioccolato, hanno ascoltato la versione dei fatti, e scoprendo che si trattava di un nonno senza soldi che voleva semplicemente fare un regalo ai nipotini all’uscita da scuola, non solo non se la sono sentita di procedere alla denuncia, ma si sono recati alla cassa ed hanno pagato il conto. I fatti e le ragioni che hanno portato i carabinieri al gesto.

Nonno Ruba cioccolata, pizzicato si difende: ‘scusatemi era per i miei nipotini’

L’uomo ‘pizzicato’ alla cassa ha atteso dispiaciuto ed imbarazzato l’arrivo dei Carabinieri, conscio di aver sbagliato e pronto alla sanzione, invece i Carabinieri hanno provato, trovandosi dinanzi un anziano, a comprendere le ragioni di un gesto così rischioso per poche barrette di cioccolato.

La risposta dell’anziano é stata di quelle da far sciogliere il cuore anche ai carabinieri: “Chiedo scusa per il gesto, non ho soldi, ma volevo portare un piccolo regalo ai miei nipotini all’uscita da scuola”.

I carabinieri soppesato il lato umano della vicenda, hanno deciso di recarsi alla cassa e pagare loro stessi il cioccolato per il nonno, affinché non sentisse l’umiliazione del gesto, ma soprattutto potesse procedere con il suo regalo nei confronti dei nipoti. L’anziano é rimasto contento e stupito dal bel gesto, i carabinieri dalla loro hanno però voluto richiamare l’attenzione dell’anziano, che comunque già ne pareva conscio, sulla gravità del gesto. Stamattina il comandante dei Carabinieri é stato intervistato da Rtl 102.5, ed abbiamo avuto la fortuna di ascoltare in diretta l’intervista, vi riportiamo dunque, per sommi capi le sue dichiarazioni.

Nonno ruba cioccolata, i carabinieri lo ‘graziano’: Le parole del Comandante

Andrea Miggiano, comandante dei Carabinieri di Mirano, ha parlato ai microfoni di Rtl 102.5 di questa bella storia di solidarietà che sta emozionando e commuovendo i social. Vuoi per gli attori coinvolti direttamente un nonno, vuoi per quelli indiretti che hanno portato al gesto, i nipoti, vuoi per l’umanità che hanno dimostrato i soggetti coinvolti, ossia i carabinieri.

Il Comandante ha raccontato la vicenda dicendo che é prassi comune ascoltare prima di giudicare per comprendere cosa ha portato la persona a commettere il gesto. Chiaro é, ha fatto intendere nel corso dell’intervista, che i nostri carabinieri chiamati sul posto hanno subito compreso dalle parole dell’anziano e conoscendo le difficoltà delle persone, specie in questo momento delicato, che non si trattava affatto di un furto ‘normale’, ma di un furto particolare dove il cuore aveva preso il sopravvento. L’anziano é stato invitato a non commettere altri gesti di questo tipo, comunque gravi seppur nobili nell’intento, ma é stato graziato ed il suo conto di pochi euro, é stato pagato dai carabinieri stessi.

Vi é da dire, ha voluto sottolineare il Comandante, che i Carabinieri spesso svolgono “Episodi di solidarietà innumerevoli che restano all’ ombra della ribalta pubblica, in questo periodo, solo per fare alcuni esempi, sono spesso coinvolti nel trasporto dei medicinali o dell’ossigeno, nell’ assistenza domiciliare per gli anziani, nella consegna a domicilio delle pensioni per evitare la coda degli anziani negli uffici postali, o si rendono disponibili anche solo per una parola di conforto a chi é in difficoltà”.

L’anziano, dice il Comandante nel corso dell’intervista, é rimasto piacevolmente stupito dall’evolversi dei fatti, perché temeva il peggio ed invece un gesto spontaneo dei carabinieri ha risolto ed ha cambiato l’epilogo della giornata per il meglio. Il nonno in questione ha ringraziato moltissime volte ed ha invitato i carabinieri a seguirlo a casa, forse per sdebitarsi con un caffè.

Nonno ruba cioccolata per fare un regalo ai nipoti, i carabinieri pagano il conto

Insomma una storia questa che tocca il cuore, un nonno, pochi soldi, ma l’umanità delle forze dell’ordine che hanno reso possibile esaudire il suo desiderio, quello, banale forse per molti, di vedere un sorriso stampato sul volto dei propri nipotini. A dimostrazione del fatto che non é sempre vero che i bambini ricercano regali costosi, ma che tutto dipende da dove provengono quei regali, una barretta di cioccolato, se fatta con il cuore, da chi non ha nemmeno di che mangiare, può valere più di mille giochi costosi.

Un grazie da parte mia va a questi Carabinieri che hanno saputo cogliere l’amore che vi era dietro un gesto all’apparenza sbagliato, concluderei con una frase del libro ‘Il piccolo Principe’ di Antoine De Saint-Exupery che ben si presta al contesto: “Non si vede bene che con il cuore. L’essenziale é invisibile agli occhi” .

Erica Venditti

Erica Venditti, classe 1981, dal 2015 giornalista pubblicista. Dall'aprile 2012 ho conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Ricerca Sociale Comparata presso l’Università degli studi di Torino. Sono cofondatrice del sito internet www.pensionipertutti.it sul quale mi occupo quotidianamente di previdenza.

Articoli correlati