CRONACHE

Oggi si celebrano i 60 anni del Cnel

ROMA. Com’è cambiata la rappresentanza dei lavoratori e delle imprese negli ultimi 60 anni? Questa è la prima domanda alla quale ha voluto rispondere presidente del CNEL Tiziano Treu, davanti ai leader di Confindustria e delle maggiori organizzazioni sindacali italiane.

Tutto ciò è avvenuto oggi durante le celebrazioni del 60° anniversario dell’istituzione del Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro. Una scelta fortemente simbolica che suggella il nuovo corso del CNEL, avvenuto un anno fa, nel febbraio 2018, nella sala del Parlamentino con la formalizzazione del “Patto della fabbrica”. Previsto dalla Costituzione ma attivato solo a partire dal 1958, il CNEL nel 2018 ha compiuto 60 anni di vita.

Il presidente Treu ha affermato che il CNEL: “È e vuole essere non solo un organo di alta consulenza del governo e del Parlamento, ma anche un’espressione istituzionale della società organizzata, un luogo istituzionale dove le parti e le associazioni civili possono dare liberamente il loro contributo alla vita democratica del Paese”. – L’ex ministro del lavoro e della previdenza sociale e successivamente di trasporti e telecomunicazioni ha inoltre sottolineato che – “può promuovere quella coesione sociale e quella cooperazione fra forze e idee diverse che è necessaria per fare progredire la società e la stessa economia. La coesione e la collaborazione sociale sono beni pubblici necessari per dare fiducia alle persone e per mobilitare le energie migliori della nostra popolazione”.

Anche per la presidente del Senato Elisabetta Casellati ha evidenziato che il CNEL rappresenti “un patrimonio di conoscenze e di competenze e come tale richiede di essere amministrato con oculatezza, valutando con prudenza e attenzione come gestirne al meglio le potenzialità». La Casellati ha concluso augurandosi che ci possa essere in breve tempo un dibattito tra tutte le forze politiche che possa produrre risultati concreti nel lungo periodo in materia

Da sinistra: Gennaro Fiore, Consigliere CNEL, Tiziano Treu, Presidente CNEL, Mario Mattioli, Presidente Confitarma

Finora, nei suoi primi 60 anni di attività, il CNEL ha prodotto oltre 1000 documenti, tra cui 367 Osservazioni e proposte su temi di volta in volta in discussione al Parlamento, 247 pareri sulle principali proposte di legge, 370 Rapporti, Studi e ricerche sui temi sociali, dell’economia e del lavoro e 22 Disegni di legge. Ha elaborato i BES, gli indicatori sul Benessere Equo e Sostenibile, che dal 2017 sono inseriti nella legge di Bilancio. Produce da venti anni il più importante Rapporto sul mercato del lavoro e la contrattazione collettiva e si occupa della tenuta dell’Archivio Nazionale dei Contratti.

Per celebrare i 60 anni del CNEL, Poste Italiane ha realizzato foglietto erinnofilo e un annullo filatelico.

Articoli Correlati