CRONACHEԑ LOMBARDIA

Operativo a Cremona l’ospedale da campo donato da Samaritan’Pursue

CREMONA. Operativo nel pomeriggio di ieri, con l’ingresso dei primi malati, l’ospedale da campo allestito davanti a quello di Cremona e donato dalla ong statunitense Samaritan’s Pursue per far fronte all’emergenza Coronavirus in una delle zone più colpite d’Italia. Nel piazzale davanti al presidio sanitario si è tenuta la cerimonia della “dedication” della struttura “alle persone che soffrono”, ha detto Eric Timmens, team leader della Ong che, assieme all’assessore al Welfare della Lombardia Giulio Gallera, ha poi aperto, in modo simbolico, il tendone che ospita 8 letti terapia intensiva e che si aggiungono ai 60 per i malati meno gravi che saranno attivi quando l’ospedale da campo sarà a regime. Infatti la struttura apre con circa la metà dei posti fino ad arrivare alla piena operatività.

“Per noi è un raggio di sole – ha affermato Gallera – dopo un mese in cui in Lombardia è cambiato molto. Esattamente un mese fa avevamo la notizia del primo caso di Coronavirus”. L’assessore ha spiegato che “è stata una bella notizia quando il ministro Speranza ci ha detto che una organizzazione statunitense veniva qui ad aiutarci, vuole dire che non siamo da soli”. “Aprire otto posti letto di terapia intensiva – ha continuato- significa offrire una enorme speranza di vita a persone che rimangono ore e ore in pronto soccorso ad aspettare”.

Articoli Correlati