CRONACHEԑ PIEMONTE

Piemonte, l’economia è ferma dopo la crescita del 2017

TORINO. Brutte notizie sotto la Mole. Non troppo inattese visto l’andamento nella città di attività commerciali e il tenore dei parametri di spesa. Il Piemonte, infatti, si è bloccato. Dopo una forte crescita nel 2017 e nella prima parte del 2018, con i primi segnali di rallentamento nella seconda metà dell’anno, l’economia piemontese si ferma: i dati più preoccupanti per il 2019 sono quelli relativi all’export e agli investimenti. E’ lo scenario delineato da Banca d’Italia, nella sua consueta indagine sull’economia del Piemonte. 

Rallenta anche, secondo i primi dati, l’occupazione, dopo la crescita del 2018 dovuta soprattutto alla stabilizzazione dell’elevato numero di contratti a tempo determinato.  “Il 2018 si era chiuso – dice Roberto Cullino di Banca d’Italia – con una crescita del Pil dell’1%, in linea con il dato nazionale, un moderato recupero di occupazione, redditi e consumi, investimenti ancora intensi. Il credito alle famiglie e alle imprese è cresciuto ancora, ma l’offerta continua a essere selettiva e il ricorso ai canali di finanziamento non bancari è ancora basso”. Sono in aumento i mutui per l’acquisto di case, spinti dai bassi tassi. Vedremo ora se la nuova guida alla Regione Piemonte saprà dare una spinta e maggiori motivazioni, e possibilità al comparto.

Loading...

Articoli Correlati