CRONACHEԑ LIGURIAԑ TOP NEWS

Ponte Morandi, niente maxi multa per Autostrade e M5S chiede la revoca d’incarico

ROMA. Il pd cerca di non dare un dispiacere a Benetton con una maxi multa per le manutenzioni disattese sulle autostrade italiane, ed in particolare sulla vicenda del ponte Morandi. “Maxi multa? Non scherziamo. Lo Stato non accetta carità, solo giustizia per le vittime. Per chi ha causato il crollo del ponte Morandi non ci saranno sconti. Ci sono le famiglie di 43 vittime che ancora attendono giustizia. Questo il De MIcheli (pd) pensiero… Meno male che la giustizia viene ancora nominata in Italia, almeno nominata. Solo non si vorrebbe che questa questione costata morti per lavori e controlli non eseguiti, e che avrebbe potuto essere di un costo in vite ben più alto, finisse con quasi delle pacche amichevoli sulle spalle di chi responsabile lo è a tutti gli effetti. Visto anche le varie criticità riscontrate sulle rete autostradale ed il recente crollo in galleria, che solo casualmente, non ha avuto risvolti tragici. La revoca della concessione ad Autostrade va inoltre nella direzione di un successivo abbassamento dei pedaggi.

Bisogna cambiare il sistema degli affidamenti”, lo affermano fonti M5s a proposito dell’ipotesi – trapelata ieri – di una maxi-multa nei confronti di Autostrade per l’Italia come possibile alternativa alla revoca.  Resta determinato in merito alla questione Luigi Di Maio “Nel milleproproghe abbiamo inserito la norma sulle concessioni autostradali”. Lo aveva detto il capo politico M5s e ministro degli Esteri Luigi Di Maio nel corso di una diretta facebook. “Questo decreto – aggiunge – dice finalmente che si avvia un percorso per alcune infrastrutture che ci permette di revocare le concessioni ai Benetton”. “La retorica che si perdono i posti di lavoro e’ una sciocchezza – prosegue – Si perdono i profitti dei Benetton ed e’ giusto, perche’ non hanno fatto quanto dovuto per mantenere quel ponte”. Una delle strade allo studio per chiudere il dossier sulla concessione di Aspi aperto dopo il crollo del ponte Morandi. Ma dalla ministra delle Infrastrutture Paola De Micheli arriva una smentita: “Non abbiamo mai valutato – puntualizza parlando al Tg1 – né privatamente né pubblicamente l’ipotesi di una maxi multa. “Nei prossimi giorni il governo assumerà i provvedimenti conseguenti nella sua piena collegialità” ha concluso la De Micheli.

Articoli Correlati