CRONACHEԑ LAZIOԑ TOP NEWS

Risale l’asticella dei contagi, Piemonte, Lombardia e Liguria sono sotto osservazione

ROMA. Tornano a salire i dati su contagi e decessi per l’epidemia di Covid-19 in Italia e le regioni sorvegliare speciali sono ancora Lombardia, Piemonte e Liguria, in un’Italia decisamente frammentata, con regioni in cui i nuovi casi si contano sulla punta delle dita e altre in cui sono nell’ordine delle decine e delle centinaia. E’ una situazione molto diversificata, quella dell’andamento dell’epidemia in Italia, proprio in un momento come questo, in cui “i dati importanti sono quelli relativi ai parametri nelle diverse regioni italiane in vista della riapertura”, osserva il fisico Federico Ricci Tersenghi, dell’Università Sapienza di Roma. 

Secondo il bilancio giornaliero della protezione civile sono 50.966 i malati di coronavirus in Italia, 1.976 meno del giorno prima, quando il calo era stato di 2.358. Sono 117 le vittime del coronavirus nelle ultime 24 ore, in risalita rispetto al livello più basso da inizio marzo toccato con 78. In Lombardia nell’ultima giornata se ne sono registrate 58, la metà del dato nazionale, mentre il giorno prima erano state 22. I morti a livello nazionale salgono così a 33.072. Otto regioni – Marche, Abruzzo, Umbria, Sardegna, Valle d’Aosta, Calabria, Molise, Basilicata – e la Provincia di Bolzano senza nuove vittime. Risalgono i nuovi positivi in Italia, con un ritorno ai livelli di 4 giorni fa. Sono ora 231.139 i contagiati totali, 584 i più. Il dato comprende attualmente positivi, vittime e guariti. In Lombardia sono 384 in più. Il giorno prima l’incremento nazionale era stato di 397.

Articoli Correlati