• CRONACHE

Ritrovata la scultura romana del II secolo rubata a Benigni

ROMA. Non si tratta di una delle due famosissime statuette dell’Oscar, una come miglior attore protagonista e l’altra per il miglior film straniero, vinte nel 1999 grazie al film capolavoro “La vita è bella“, diretto ed interpretato da Roberto Benigni. E non è nemmeno quella vinta da Nicola Piovani, sempre nel medesimo film, per la migliore colonna sonora.

I carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale hanno recuperato una scultura romana del II secolo che era stata rubata nel 2010 a Roma nella villa del famoso attore e regista toscano. L’opera è stata individuata dagli investigatori in Spagna, e presto tornerà a fare compagnia alle altre statue presenti in casa. Nell’ambito della stessa indagine i militari hanno inoltre recuperato una statua trafugata da Villa Borghese e un prezioso bassorilievo attribuito ai fratelli Della Robbia, di fine ‘400, che era stato rubato quasi 50 anni in Toscana fa da una chiesa di Scansano in provincia di Grosseto.

Tutte le opere ritrovate dai carabinieri Tpc, verranno esposte domani, mercoledì 17 aprile, nella sede del Comando dei Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale a Roma, in via Anicia 24.

Articoli correlati