CRONACHEԑ EMILIA-ROMAGNA

Sebastiani indagato per omicidio e occultamento di cadavere, svolta a Piacenza

PIACENZA. Svolta nel caso della coppia di Piacenza di cui non si hanno notizie da domenica 25 agosto. La Procura ha aperto un’indagine per omicidio e occultamento di cadavere a carico di Massimo Sebastiani in merito alla scomparsa di Elisa Pomarelli, la 28enne di Borgotrebbia. Questo non significa, spiegano gli investigatori, che la donna sia necessariamente morta, ma evidentemente sono arrivate prove che hanno portato a formulare un’ipotesi di lavoro concreta, utile anche per compiere accertamenti tecnici irripetibili.  Ne dà notizia Liberta.it: la svolta, di cui si ha conferma, è arrivata nel pomeriggio e potrebbe essere legata agli esiti delle analisi dei carabinieri del Ris di Parma sull’abitazione di Sebastiani a Campogrande di Carpaneto, sequestrata insieme all’auto e al telefono. Sul fronte delle indagini, condotte dai carabinieri, sono tante le segnalazioni e le testimonianze che continuano a giungere da parte della gente.

Il titolare dell’area di servizio di Carpaneto in cui l’uomo è stato ripreso dalle telecamere nel pomeriggio di domenica scorsa ha riferito che il 45enne appariva nervoso e trafelato, e per giustificare la sua presenza in quel momento, ha riferito: “Elisa oggi non è voluta venire con me a fare un giro in campagna”. Al termine di un’ altra giornata di serrate ricerche per boschi, pendii e grotte dalla provincia piacentina, dei due amici ancora non c’è traccia. O meglio: tante sono le segnalazioni, non poche le piste fiutate dai cani molecolari, ma nessuna di queste ha permesso di fare un reale passo avanti. Il piccolo e variegato esercito composto da forze dell’ordine, specialisti delle battute di ricerche e volontari continuerà a setacciare la zona. Poi lunedì, quando è previsto un nuovo vertice in prefettura, si deciderà che strada percorrere. Parallelamente all’attività sul campo, avanzano anche gli accertamenti di carabinieri e Procura, con l’iscrizione di Sebastiani nel registro degli indagati con una pesante imputazione. Una scelta che sembra essere legata agli esiti delle analisi dei militari del Ris di Parma sull’abitazione del tornitore scomparso, a Campogrande di Carpaneto, sequestrata insieme all’auto e al telefono e a altri oggetti che si stanno scandagliando per trovare elementi utili. La coppia di amici era stata vista insieme per l’ultima volta domenica a pranzo in una trattoria.

Articoli Correlati