CRONACHE

Sequestro di beni e valuta ad ex assessore regionale e al fratello

VIBO VALENTIA. Beni per oltre 17 milioni di euro sono stati sottoposti a sequestro preventivo d’urgenza a carico dell’ex assessore regionale della Calabria Francescantonio Stillitani e del fratello Emanuele, imprenditori.

Il provvedimento, emesso dalla Dda di Catanzaro, è stato eseguito dai finanzieri del Comando provinciale di Catanzaro, con la collaborazione del Servizio centrale d’investigazione sulla criminalità organizzata (Scico) della Guardia di finanza di Roma, con il coordinamento del procuratore Nicola Gratteri, dell’aggiunto Vincenzo Capomolla e del pm Antonio De Bernardo.
    Il sequestro estende il precedente eseguito il 21 luglio 2020 nei confronti deo fratelli Stillitani, arrestati nel luglio scorso nell’operazione denominata “Imponimento” che ha riguardato la cosca di ‘ndrangheta facente capo alle famiglie Anello e Fruci di Filadelfia. Ai due imprenditori erano stati contestati i reati di concorso esterno in associazione mafiosa, estorsione e danneggiamento aggravato. 

Articoli Correlati