CRONACHEԑ LOMBARDIA

Si finge bimba su WhatsApp per adescare “coetanee”, arrestato un uomo

MILANO. Ancora una squallida vicenda di pedofilia, in qualche modo legata all’uso dei social. Un uomo di 48 anni che utilizzava in modo massiccio WhatsApp e che grazie a un profilo falso da ‘bambina’ ha abusato per tre anni di tre bambine tra gli 11 e i 13 anni, è stato arrestato grazie a una maestra che, attraverso il rapporto di fiducia con un’alunna, ha ottenuto le sue confidenze.

L’uomo, residente in provincia di Lodi, è incensurato e soffre da tempo di problemi psicologici: secondo l’accusa, le attirava in casa dove erano costrette a riti e atti sessuali anche tra di loro mentre lui realizzava filmati. Ora si trova in carcere a Milano.

Loading...

Articoli Correlati