CRONACHEԑ FRIULI VENEZIA GIULIAԑ TOP NEWS

Sparatoria in questura a Trieste, morti due agenti

TRIESTE. E’ finito in tragedia l’arresto di due ladri di scooter a Trieste. I due fratelli di nazionalità dominicana, Alejandro Augusto Stephan Meran, 29 anni, e Carlysle Stephan Meran, di 32, sono stati condotti al commissariato centrale e quando uno dei due ha chiesto di andare in bagno ha aggredito un poliziotto, gli ha rubato l’arma e ha cominciato a sparare. Due poliziotti sono morti. Le vittime sono Pierluigi Rotta, agente scelto, e Matteo De Menego, agente. Nel conflitto a fuoco sono rimasti feriti altri tre agenti e il fratello dello sparatore. Quest’ultimo è stato fermato dopo un inseguimento.

A compiere il furto in mattinata era stato Alejandro. Subito dopo il colpo, però, il giovane si era pentito e aveva chiamato il fratello, Carlysle, il quale aveva avvertito la polizia. Sul posto era giunta una volante con due agenti a bordo e un’auto della squadra mobile. I due fratelli erano saliti sulla prima vettura; l’altra li seguiva a distanza, un po’ più indietro a causa del traffico. Un’operazione di routine, senza particolari difficoltà. I quattro a bordo della Volante sono entrati in Questura. E quel che segue sono fotogrammi di un film impazzito, una manciata di minuti che seminano il terrore e spezzano due vite.

Alejandro, affetto da difficoltà psichiche, chiede di andare in bagno. Gli agenti lo accompagnano, ma all’improvviso lui ingaggia una colluttazione: riesce a sfilare la pistola dalla fondina di un poliziotto e spara, probabilmente fino a scaricare completamente il caricatore. “Spari a bruciapelo”, dirà la Questura nella ricostruzione. Un’azione fulminea che non ha lasciato ai poliziotti la possibilità di difendersi. A terra restano due agenti, mentre il fratello Carlysle fugge nei sotterranei della Questura, Alejandro Augusto tenta la fuga disperata: esce, ferisce un piantone, tenta di entrare in un’auto della stessa polizia. Ma fuori ci sono gli agenti della Mobile che sparano, lo feriscono e lo immobilizzano.

I due agenti uccisi

In un tweet il presidente del Consiglio Conte scrive: “La morte dei due agenti di Polizia uccisi nella sparatoria davanti alla Questura di Trieste suscita grande dolore. Questa tragedia ferisce lo Stato. A nome mio e del Governo esprimo la commossa vicinanza ai familiari delle vittime e a tutto il corpo della Polizia di Stato”.

Piero Abrate

Giornalista professionista dal 1990, in passato ha lavorato per quasi 20 anni nelle redazioni di Stampa Sera e La Stampa, dirigendo successivamente un mensile nazionale di auto e il quotidiano locale Torino Sera. È stato docente di giornalismo all’Università popolare di Torino.

Articoli Correlati