CRONACHEԑ UMBRIA

Umbria, Di Maio propone “alleanza mascherata” al pd

PERUGIA. Dietro la freddezza ufficiale di Luigi Di Maio di fronte alla proposta di Dario Franceschini di intavolare un’alleanza elettorale Pd-M5s già a partire dalle prossime regionali, si nasconde la tentazione dei molti nello stato maggiore grillino di accettare. E la parola magica potrebbe essere “lista civica”.  “Un patto civico per l’Umbria”: è la proposta che il capo politico del M5S Luigi Di Maio lancia in vista delle Regionali in Umbria, in una lettera alla Nazione. “Tutte le forze politiche – si legge – facciano un passo indietro e lascino spazio a una giunta civica, che noi sosterremo solo con la presenza in consiglio regionale, senza pretese di assessorati. Ognuno correrà con il proprio simbolo in sostegno di un presidente civico, fuori dalle appartenenze partitiche, e con un programma comune”.”L’Umbria può essere la culla di un nuovo modo di innovare la politica a partire dal locale, di un nuovo modo di fare imprenditoria coinvolgendo i giovani e il territorio”, ha scritto Di Maio in una lettera alla Nazione dove lancia “un appello chiaro a tutte le forze politiche che hanno a cuore il bene comune: facciamo tutti – si legge – un passo indietro” mentre “tutti gli umbri di buona volontà” ne facciano uno “in avanti”.

Ufficialmente Di Maio non cita il pd  nella lettera e ci tiene a far sapere che l’iniziativa parte da lui. Ma proprio di questo si parlava nei giorni scorsi anche nel partito di Zingaretti : “Lo scandalo che ha colpito la sanità non è un tema da usare in campagna elettorale (ovviamente sembrerebbe brutto con gli attuali alleati…) bensì- prosegue Di Maio- un momento da tenere ben presente per capire che cosa vogliamo non accada più. Perché non è più accettabile che un cittadino onesto si presenti legittimamente a un concorso pubblico in un settore cruciale come la sanità e si veda tagliato fuori da giochi di potere. Lo dico con molta sincerità, a questo giro non può risolversi tutto con una campagna elettorale in cui ci si lancia accuse reciproche su chi ha fatto peggio. Per noi sarebbe facile accusare qualcuno, ma vedere l’Umbria colpita da un male endemico come la corruzione, deve portarci a un ragionamento molto più alto”. Attenzione: secondo Di Maio il M5S rinuncerà agli assessorati e sarà presente solo in consiglio regionale, senza pretendere assessorati,così Salvini non potrà accusare di poltronismo o, nel caso, avrà la risposta pronta.

Loading...

Articoli Correlati