CRONACHEԑ LAZIO

Vietato alla Alan Kurdi l’ingresso in acque italiane

ROMA. Il divieto di ingresso in acque italiane firmato dal ministro dell’interno Matteo Salvini per la Alan Kurdi nave della ong tedesca Sea Eye che ieri ha soccorso 13 migranti e si è mossa verso Lampedusa, è stato firmato anche dai ministri Elisabetta Trenta e Danilo Toninelli.

Lo fa sapere il Viminale. Nelle scorse ore il provvedimento è stato notificato al comandante della nave. La Alan Kurdi ha soccorso e preso a bordo ieri in mattinata 13 migranti – tra cui 8 bambini – che si trovavano a bordo di un barchino sovraccarico. L’ intervento, ha fatto sapere Sea Eye, è avvenuto in acque maltesi. 

Articoli Correlati