• 22 Gennaio 2021
  • ATTUALITA'

Caso Regeni, Di Maio chiede l’intervento immediato dell’Ue

Stamane nel corso di una riunione tenutasi a Palazzo Chigi Luigi Di Maio ha chiesto e ottenuto che la Farnesina avvii le iniziative necessarie al fine di sensibilizzare l’Ue sul caso Regeni. All’incontro erano presenti anche il premier Giuseppe Conte, il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese e quello della Difesa, Lorenzo Guerini.

Il ministro degli Esteri ha definito ‘agghiacciante’ il quadro descritto dai magistrati italiani, che ha poi portato all’orrenda morte del giovane ricercatore, e ha chiesto che il governo sia unito nell’attivare tutti i possibili canali internazionali.

Regeni

Di Maio ha sottolineato come l’Italia sia tra i paesi fondatori dell’Ue e sul tema dei diritti umani non sia concesso fare passi indietro: “È opportuno che ad esprimersi chiaramente su questo tema siano anche i nostri partner europei attraverso azioni mirata”. La richiesta, non troppo velata, è quella di indurre i partner europei fare pressioni sull’Egitto affinché si riesca ad ottenere l’elezione di domicilio degli indagati dalla procura di Roma.

Sullo spinoso caso è intervenuto anche il presidente della Camera, Roberto Fico, che dopo le rivelazioni dei magistrati italiani afferma: “Dobbiamo essere un Paese ancora più indignato” che ha l’obbligo di riflettere su quanto accade “al di là del Mediterraneo”. Secondo l’esponente del Movimento 5 Stelle “il lavoro di dialogo e diplomazia molto meticoloso, è lungo e faticoso”, ma occorre “muoversi con tutta l’Europa con i diritti umani come faro per portare risultati importanti a casa“.

Norbert Ciuccariello

Norbert Ciuccariello

Leggi ancora