AMBIENTEԑ TOSCANA

Firenze e Pisa i primi aeroporti totalmente plastic free

FIRENZE. I primi scali europei plastic free al cento per cento saranno italiani, in particolare quelli di Firenze e Pisa. E non è tutto, in quanto saranno anche all’avanguardia nel recupero delle acque. Lo ha annunciato la società di gestione Toscana aeroporti nel corso di una conferenza stampa, al Vespucci di Firenze, alla presenza dei sindaci di Firenze e Pisa, Dario Nardella e Michele Conti, i presidenti delle società del servizio idrico Publiacqua e Acque, Lorenzo Perra e Giuseppe Sardu, e Roberto Naldi, vice presidente di Toscana Aeroporti. Il progetto sarà sviluppato in tre fasi, e coinvolgerà tutti, passeggeri compresi, anche grazie alla campagna “Non fare lo struzzo”.

borracce plastic free toscana aeroporti

Negli aeroporti di Firenze e Pisa la media giornaliera di plastica raccolta è di 150 kg, si utilizzano più di 3mila litri di acqua imbottigliata. Allo scopo di contenere tale spreco sono stati installati presso l’area dei controlli di sicurezza quattro raccoglitori per lo svuotamento di acqua e altri liquidi, e bottiglie di plastica vuote nei contenitori della raccolta differenziata. Inoltre, l’acqua raccolta verrà riutilizzata negli impianti degli scali per innaffiare, o per lo scarico nei bagni. Altro punto importante per Toscana Aeroporti è l’eliminazione della plastica monouso dalle sale vip, e la riduzione dei contenitori in plastica negli esercizi commerciali. Se questi accorgimenti riguardano la prima fase del progetto, la seconda prenderà il via con l’installazione di fontanelle di acqua potabile, grazie alla collaborazione con Acque e Publiacqua, e la distribuzione di borracce a dipendenti e passeggeri. L’ultima fase, quindi, verterà sullo stop totale alla vendita e all’utilizzo di plastica all’interno dei due aeroporti, modificando le clausole contrattuali per i subconcessioni. 

Loading...

Articoli Correlati