SANITA'ԑ LOMBARDIAԑ TOP NEWS

Il disperato appello dell’ospedale di Bergamo: “C’è bisogno di personale medico, infermieri e apparecchiature”

Stefano Fagiuoli, direttore del Dipartimento di Medicina dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo (Facebook)

Nel giorno in cui altri altri tre medici sono deceduti a causa del Coronavirus, Luigi Ablondi, ex direttore generale dell’Ospedale di Crema; Giuseppe Finzi, medico ospedaliero di Cremona, e Antonino Buttafuoco, medico di base di Bergamo, portando così a 10 il totale delle vittime tra i camici bianchi, Stefano Fagiuoli, direttore del Dipartimento di Medicina dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, struttura tra le più colpite dall’emergenza, lancia un appello disperato: “Abbiamo disperato bisogno di infermieri e medici, oltre che di apparecchi di ventilazione e dispositivi di protezione individuale

Il messaggio è letto in lingua inglese sulla pagina Facebook di Fagiuoli, in maniera tale da raggiungere più persone possibili in Italia e nel mondo: “Il nostro personale, medici e infermieri sta lavorando giorno e notte, innumerevoli ore, per combattere questa incredibile situazione – prosegue il video messaggio postato sulla pagina Facebook dell’Asst Papa Giovanni XXII -. Noi non sappiamo quando a lungo questa pandemia durerà. Ho due messaggi. Il primo è per la popolazione, per favore restate a casa. Il secondo è per chiunque voglia aiutarci. La ong Cesvi – conclude Fagiuoli – ci sta aiutando con una raccolta fondi sulla piattaforma Gofundme, quindi se potete aiutateci. E se siete personale sanitario siete più che benvenuti a unirvi a noi per combattere il coronavirus“.

C'è bisogno di personale medico
Stefano Fagiuoli

È possibile contribuire alla raccolta fondi sulla piattaforma Gofundme attraverso questo link: https://www.gofundme.com/f/emergenza-covid-cesvi-per-bergamo. Sul sito in questione viene specificato che tutti i tutti i fondi raccolti saranno versati all’Ospedale Papa Giovanni ad eccezione di una quota che sarà destinata all’assistenza agli anziani soli a Milano e a Bergamo (consegna pasti, spesa, mascherine e medicinali a domicilio) per l’acquisto di ventilatori, dispositivi di ventilazione non invasiva, cuffie, camici, occhiali monouso e per il monitoraggio emodinamico.

Un appello al quale si aggiunge il governatore della Lombardia Attilio Fontana, che a nome della Regione afferma “Abbiamo bisogno di medici, speravo che tra le call che avevamo fatto in questi giorni tra pensionati e specializzandi ci fosse più risposta e invece non c’è stata. Abbiamo carenza di medici, questi poveri crisi stanno cedendo fisicamente e sono pochi rispetto alle esigenze“.

Norbert Ciuccariello

Articoli Correlati